Italia Markets close in 3 hrs 7 mins

Borsa Milano in rialzo, bene Enel, denaro su Pop Sondrio, Autogrill, giù Diasorin

·2 minuto per la lettura
L'edificio della Borsa di Milano

MILANO, 24 novembre (Reuters) - Piazza Affari prosegue nel rally, con gli indici vicini ai massimi di seduta, in un contesto globale dei mercati positivo sull'onda dell'ottimismo per gli sviluppi sui vaccini contro il Covid che alimentano le speranze per una decisa ripresa dell'economia nel prossimo anno.

A sostenere i corsi anche la notizia del via libera da parte dell'amministrazione Trump al processo di transizione per il presidente eletto Joe Biden.

I futures sulle Borsa Usa indicano un avvio al rialzo nel pomeriggio per i mercati americani, mentre, sul fronte delle materie prime, il greggio prosegue nella sua ripresa portandosi sopra quota 46 dollari al barile.

Tra i titoli in evidenza:

Sotto i riflettori ENEL, con un balzo del 3%, nel giorno della presentazione del piano industriale al 2023. Secondo Equita Sim i target del piano sono sostanzialmente in linea con le attese per il 2020-2021, e sopra le aspettative per il 2023. Anche Banca Imi valuta positivamente il piano "poiché mantiene i pilastri strategici dell'investimento nella capacità di decarbonizzazione e rinnovabili e delle infrastrutture a livello globale".

Ma il denaro si riversa un po' su tutto il settore energetico e petrolifero: ENI +3,1%, SAIPEM +5,3%, TENARIS +5,3%.

Bancari vivaci, mossi dalle attese sul consolidamento del comparto. Poco mossa CREVAL (+0,45%) a 10,79 euro, estendendo il margine sopra il prezzo dell'Opa del Credit Agricole annunciata ieri a 10,5 euro, in un mercato che attende la risposta dell'istituto valtellinese all'offerta e che sembra scommettere su un piccolo ritocco al rialzo. Continua a salire la POPOLARE DI SONDRIO (+8,5%) che si aggiunge al +5% di ieri sulle attese che possa essere la prossima prede nel risiko. Secondo il broker Fidentiis "l'unico target a breve termine possiamo identificarlo nella Popolare di Sondrio che dovrebbe diventare una società per azioni presto e quindi entrare nel radar di Bper, suo partner industriale".

Nel resto del settore UNICREDIT avanza del 3,2%, BANCO BPM sempre cedente con un calo dell'1,2% e BPER in flessione del 2%.

Strappa AUTOGRILL con un balzo superiore all'8% sulle indiscrezioni di stampa, poi confermate, di un accordo per cedere le attività spagnole.

Sul fronte opposto l'arrivo del terzo vaccino anti Covid fa soffrire DIASORIN, in flessione del 5%, sulle attese di una progressiva riduzione dei test molecolari, che rappresentano circa un terzo dei ricavi della società di diagnostica, a epidemia finita. Il titolo, tuttavia, può vantare un saldo da inizio anno di tutto rispetto con un balzo del 43% circa.

Fuori dal paniere principale MASSIMO ZANETTI in forte rialzo (+7%) allineandosi al prezzo rivisto al rialzo dell'offerta di acquisto lanciata dall'azionista di controllo MZB Holding.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Sabina Suzzi)