Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,35 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,29 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,68 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -2,46 (-2,61%)
     
  • BTC-EUR

    23.622,99
    -497,56 (-2,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +11,70 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0257
    -0,0068 (-0,66%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,22 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8457
    -0,0001 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9656
    -0,0058 (-0,60%)
     
  • EUR/CAD

    1,3100
    -0,0071 (-0,54%)
     

Borsa Milano in rialzo, prosegue rally fine anno, acquisti su energia

·2 minuto per la lettura
Una donna davanti all'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari in lieve rialzo ai massimi di oltre cinque settimane proseguendo il rally di fine anno nonostante i timori legati alla variante Omicron.

Il mercato cavalca il movimento rialzista che non è tuttavia sostenuto da spunti rilevanti e volumi, vista l'assenza di molti operatori per le festività natalizie.

"Il mercato sale per inerzia di fine anno. E' un classico rally", si limita a commentare un trader.

Un secondo operatore sottolinea gli scambi sottili e la sostanziale assenza di venditori sul mercato che potrebbero riaffacciarsi con possibili prese di beneficio una volta che il rally si sarà esaurito e ci si proietta al nuovo anno.

L'attenzione resta puntata sulle nuove restrizioni introdotte in vari paesi per frenare l'aumento dei contagi da Omicron e i possibili impatti sulla ripresa dell'economia.

Mentre a Wall Street i futures indicano un avvio moderatamente positivo, sulla borsa milanese, intorno alle 13 l'indice FTSE Mib segna un rialzo dello 0,75% a 27.436 punti. I volumi superano di poco i 600 milioni di euro.

Tra i titoli in evidenza:

A sostenere gli indici sono soprattutto i settori difensivi, in primo luogo gli energetici. Forte Saipem in rialzo del 2,6% seguito da Tenaris (+2,1%) e dalle utilities A2A ed Hera.

Nel settore delle rinnovabili, corre Alerion (+4,8%) su nuovi massimi storici, con il mercato che specula sul lancio di un'Opa dopo che le indiscrezioni stampa secondo cui la famiglia che controlla la società punta a cedere il proprio 43%. Il Sole 24 Ore scrive che l'azionista di controllo potrebbe cedere fino al 43% della società, con un'operazione dal valore di circa 800 milioni di euro, compreso il debito.

Bancari ben intonati con Bper in rialzo dell'1,3% e Banco Bpm dell'1%.

In luce la più piccola Banca Ifis che balza di oltre il 5% dopo che il via libera al trasferimento della sede legale della holding di controllo La Scogliera in Svizzera che rafforzerà la struttura di capitale dell'istituto con un impatto positivo sui ratio patrimoniali.

Si ferma Diasorin dopo i decisi rialzi di ieri trascinata dal boom dei test legati alla forte diffusione del coronavirus.

(Andrea Mandalà, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli