Italia markets closed

Borsa Milano in ribasso, netto calo Fca, Cnh, vendite banche, sale Tim

Una passante di fronte all'entrata principale dell'edificio che ospita la borsa di Milano

MILANO, 18 marzo (Reuters) - La borsa di Milano è in ribasso a meta' seduta dopo un andamento volatile nella mattina, in un mercato dove restano le paure per l'impatto del virus sull'economia.

Sull'azionario Italia i volumi sono sotto la media degli ultimi giorni, a dimostrazione dell'incertezza del mercato.

Wall Street ieri ha chiuso in deciso rialzo grazie alle ultime misure annunciate da Fed e governo, ma i mercati hanno ricominciato a scendere in Asia, accompagnati da futures sugli indici Usa negativi.

La Fed ha riaperto le Commercial Paper Funding Facility, al fine di fornire liquidità alle medie imprese, una misura che era stata utilizzata l'ultima volta nella crisi finanziaria del 2008.

L'amministrazione Usa persegue un piano di stimolo da 1.000 miliardi di dollari che potrebbe comportare la consegna via posta di assegni da 1.000 dollari alle famiglie, mentre New York ha detto che potrebbe ordinare ai residenti di stare a casa.

Ieri è arrivato un segnale positivo dai dati dell'epidemia in Italia. I casi confermati sono 31.506, in crescita del 12,6%, l'aumento percentuale più lieve da quando l'epidemia si è manifestata.

Fiat Chrysler -7,7% con gli altri grandi gruppi automobilistici che hanno deciso di interrompere temporaneamente la produzione per il virus, prima tra tutte Volkswagen, che perde il 9%. Il gruppo tedesco oggi ha detto che ci sono rischi di interruzione della catena produttiva. Il mercato guarda con una certa apprensione al crollo delle quotazioni e all'epidemia e si chiede se possa creare problemi alla programmata fusione con Psa.

Settore industria sotto pressione con Cnh Industrial a -10,3%, STM -4,7%.

I bancari estendono il ribasso nella tarda mattinata. Vendite piuttosto uniformi sui titoli principali. Occhi sullo spread Btp-bund intorno a quota 300, nonostante gli interventi della Bce a sostegno dei bond italiani.

telecom Italia +4,6%, grazie ai livelli estremamente compressi raggiunti, sui minimi storici intorno a 30 cent.

Passano in negativo i difensivi come Terna (-2,3%), Snam (-1%); tiene Italgas +0,7%.

Lusso volatile, tenta pero' il rimbalzo. Moncler +1,7%, Tod's +5%.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia



(Stefano Rebaudo, in redazione)