Italia markets open in 6 hours 25 minutes
  • Dow Jones

    34.639,79
    +617,75 (+1,82%)
     
  • Nasdaq

    15.381,32
    +127,27 (+0,83%)
     
  • Nikkei 225

    27.778,92
    +25,55 (+0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,1299
    -0,0006 (-0,06%)
     
  • BTC-EUR

    50.142,04
    -873,17 (-1,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.441,05
    +2,17 (+0,15%)
     
  • HANG SENG

    23.675,26
    -113,67 (-0,48%)
     
  • S&P 500

    4.577,10
    +64,06 (+1,42%)
     

Borsa Milano riduce rialzo, focus trimestrali, male Ferragamo, Tod's, forte Mediaset

·2 minuto per la lettura
L'ingresso della borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Indici leggermente positivi ma sotto i massimi della mattinata a Piazza Affari, mentre la stagione delle trimestrali entra nel vivo.

Più cedente si muove il resto dei mercati europei. Fra gli investitori resta l'allerta sui timori legati all'inflazione, alimentati dal deciso incremento dei prezzi alla produzione Usa diffusi ieri, e attende i numeri chiave di oggi sui prezzi al consumo.

Intorno alle 12,35 il FTSE Mib guadagna 0,22%.

Tra i titoli in evidenza:

Decisamente penalizzato il comparto del lusso, in particolare Ferragamo che perde oltre il 7% dopo i contrastanti risultati del trimestre e l'incertezza espressa dal management sul mercato cinese. "Sul titolo pesa la prudenza espressa dal management ieri sull'outlook in Cina che induce a rimanere cauti per i prossimi mesi", dice un trader. Deutsche Bank ha alzato il target price a 20 da 18,8 euro.

Movimenti nel resto del settore del lusso con Tod's, volatile, in discesa del 6,4% in attesa della trimestrale oggi, vittima di realizzi dopo cinque sedute consecutive al galoppo. Forte Safilo che balza del 6,5%, spinta dai risultati sopra le attese pubblicati ieri a mercati chiusi.

Effetto risultati anche su Mediaset in progresso di oltre il 4% dopo che il gruppo televisivo ha pubblicato una trimestrale in crescita sopra i livelli pre-pandemia e una raccolta pubblicitaria che conferma il trend positivo in atto da cinque trimestri consecutivi.

Positivo il settore bancario con Banco Bpm che riprende a salire (+0,6%) dopo la frenata delle ultime sedute. Raccolte anche le big Unicredit (+0,8%) e Intesa Sanpaolo (+0,7%).

Giù STM cede il 2,3% e risente anche delle attese per un avvio negativo del Nasdaq Usa.

Rialzi tra i petroliferi in scia al continuo incremento dei prezzi del greggio. Eni e Saipem salgono entrambi di circa 1,5%.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli