Italia markets close in 7 hours 46 minutes
  • FTSE MIB

    26.421,38
    -197,87 (-0,74%)
     
  • Dow Jones

    34.168,09
    -129,61 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    13.542,12
    +2,82 (+0,02%)
     
  • Nikkei 225

    26.170,30
    -841,03 (-3,11%)
     
  • Petrolio

    87,31
    -0,04 (-0,05%)
     
  • BTC-EUR

    32.193,23
    -1.638,18 (-4,84%)
     
  • CMC Crypto 200

    821,95
    -33,86 (-3,96%)
     
  • Oro

    1.811,10
    -18,60 (-1,02%)
     
  • EUR/USD

    1,1206
    -0,0039 (-0,35%)
     
  • S&P 500

    4.349,93
    -6,52 (-0,15%)
     
  • HANG SENG

    23.807,00
    -482,90 (-1,99%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.109,11
    -55,49 (-1,33%)
     
  • EUR/GBP

    0,8345
    -0,0003 (-0,04%)
     
  • EUR/CHF

    1,0380
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4221
    -0,0012 (-0,08%)
     

Borsa Milano riduce rialzo nel pomeriggio, bene auto e oil, giù Bper, Tim

·3 minuto per la lettura
Una donna davanti l'ingresso della borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari si avvicina a fine seduta con un moderato rialzo, sotto i massimi di giornata e sotto i rialzi medi delle altre borse europee nonostante la posizione rassicurante assunta dalla Bce e i dati superiori alle attese sul mercato del lavoro Usa.

Dopo l'intervento della Fed ieri che ha dato slancio ai mercati, oggi la Bce ha annunciato un taglio ulteriore alle misure di stimolo ma ha promesso di continuare a fornire sostegno all'economia nel 2022, indicando una lenta 'uscita' dall'attuale politica monetaria ultra-accomodante.

Le borse europee hanno mantenuto i guadagni della mattina, mentre l'indice di Milano ha risentito del calo di alcuni titoli di peso.

Intorno alle 16,40 l'indice FTSE Mib è in rialzo dello 0,6%.

Tra i titoli in evidenza:

Sempre in luce il settore auto, tra i migliori in Europa insieme a quello tecnologico. Stellantis avanza di 3,3%, CNH del 4,5%. "E' un movimento di settore che riguarda tutta Europa e che parte da aspettative più rassicuranti sulla produzione nonostante la carenza di chip", dice il trader. Intanto, secondo un consulente della Corte di Giustizia Ue, l'imposizione Ue a Fiat Chrysler di pagare 30 milioni di tasse arretrate al Lussemburgo fa dovrebbe essere respinta.

L'apprezzamento del petrolio spinge ulteriormente il comparto energetico con Eni, +2%, e Tenaris, +3,2%.

Stm- salita fino a +3% nei primi scambi in scia ai concorrenti Usa e asiatici - si riporta sui livelli di chiusura di ieri.

Estende il ribasso Telecom Italia, in calo di 2,3% dopo il terzo profit warning in un anno annunciato ieri sera. Benchè il taglio delle stime fosse atteso dal mercato, "la revisione è molto pesante", secondo Equita. "Con questi numeri ci sembra difficile per il Cda non considerare con grande attenzione l'offerta di Kkr", dice il broker, mentre secondo altri analisti lo stallo nella governance del gruppo potrebbe mettere a dura prova la pazienza del fondo Usa.

Anche le obbligazioni di Tim sono in calo.

Tra banche in media appena positive, spicca Banca Profilo(+1,1%) per la quale, secondo Mf, sarebbero giunte all'azionista di controllo due offerte per una quota intorno al 30%, sotto la soglia d'Opa.

I realizzi colpiscono Bper(-2,8%) e Carige(-2,7%) dopo il balzo della vigilia sull'annuncio da parte della banca emiliana di un'offerta non vincolante per l'istituto ligure. Va meglio Intesa Sanpaolo(+1,5%), mentre perdono quota nel pomeriggio UniCredit(-1,1%)0,5%) e Banco Bpm(-1,8%).

Resta positiva Generali(+0,9%), in linea con il comparto europeo, all'indomani di un piano strategico che è piaciuto agli analisti ma non ha scaldato il mercato. Secondo Berenberg, le valutazioni del mercato sui nuovi target subentrano a quelle di tipo più speculativo che avevano sostenuto la forte crescita del titolo nel corso dell'anno.

Scivola il settore lusso sui timori legati ai flussi turistici con la diffusione della variante Omicron. Pesanti Moncler, Ferragamo, Tod's, resiste Cucinelli dopo la corsa innescata dal recente, ulteriore incremento della guidance sui ricavi 2021.

Debole Diasorin, indicata da Jefferies tra i titoli che potrebbero sottoperformare nel 2022.

Balza del 5% Dovalue, sostenuta da un quadro grafico positivo e da buoni fondamentali, sostiene un trader.

(Claudia Cristoferi, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli