Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.119,20
    +504,20 (+2,33%)
     
  • Dow Jones

    31.500,68
    +823,32 (+2,68%)
     
  • Nasdaq

    11.607,62
    +375,43 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.491,97
    +320,72 (+1,23%)
     
  • Petrolio

    107,06
    +2,79 (+2,68%)
     
  • BTC-EUR

    20.282,76
    -192,23 (-0,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,12
    +8,22 (+1,81%)
     
  • Oro

    1.828,10
    -1,70 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.911,74
    +116,01 (+3,06%)
     
  • HANG SENG

    21.719,06
    +445,19 (+2,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.533,17
    +96,88 (+2,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8603
    +0,0025 (+0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0112
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,3602
    -0,0072 (-0,53%)
     

Borsa Milano rimbalza con Europa, forte Saras, spunti su Iveco, banche positive

Un dettaglio dell'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Indici in netto rialzo a Piazza Affari anche se con volumi sempre sottili in un contesto europeo mediamente positivo.

A sostenere il sentiment il fatto che Shanghai abbia raggiunto l'atteso traguardo del terzo giorno di fila senza nuovi casi di Covid fuori dalle zone di quarantena, il che lascia intravedere la fine delle restrizioni.

"Oggi si rimbalza, poi se la Cina finirà con i lockdown, in consumi ritorneranno a salire e quindi si punta su quello", osserva un trader.

Intorno alle 12,40 il FTSE Mib guadagna l'1,4%. Volumi di poco sopra quota 800 milioni di euro.

Tra i titoli in evidenza:

Prosegue forte Saras(+8,9%), sulla scia dei risultati sopra le attese di ieri. Il titolo è tornato sui livelli di fine febbraio 2020. Barclays ha alzato il prezzo obiettivo a 1,6 euro da 1 euro. Il broker Equita ha portato la raccomandazione a "Buy" con prezzo obiettivo a 1,4 euro e sottolinea che "i margini del diesel e della benzina sono su livelli record nel secondo trimestre con potenzialità di perdurare". "Saras è riuscita a catturare la maggior parte dei forti margini del secondo trimestre ed è atteso un forte miglioramento della posizione finanziaria netta nel secondo trimestre", prosegue il broker.

Resta tonico tutto il settore oil, con il Brent di nuovo sopra 115 dollari al barile: Tenaris a +1,3%, prosegue nel trend rialzista con un incremento di oltre il 69% da inizio anno. Bene anche Saipem, in crescita dell'1%, molto volatile oggi, ma che da inizio anno è in rosso intorno al 34%, in parte a causa delle attese del prossimo aumento di capitale da 2 miliardi di euro. Storna, invece, MAIRE TECNIMONT a -1,6%.

Raccolte le banche con UniCredit che guadagna l'1,9%, mentre Intesa SanPaolo è in rialzo del 3%. Bper avanza del 2,8% e Banco Bpm del 3%.

Nell'automotive, piatta Stellantis sulle attese degli incentivi dopo la pubblicazione ieri in Gazzetta Ufficiale del decreto, mentre è molto forte Iveco(+3,85%) con un trader che cita il balzo di Daimler Truck holding (+6,5%) a Francoforte sull'incremento delle stime di ricavi per il 2022 a seguito di una forte domanda da parte dei consumatori.

Rimbalzo per Unipol (+1,4%) dopo il calo post presentazione del piano con Berenberg che ha alzato la raccomandazione a "Buy" da "Hold", alzando il target price a 7 euro da 6,58 e ha ridotto quella su Unipolsai (+0,15%) a "Hold" da "Buy", alzando il relativo target price a 2,98 da 2,89 euro.

Poco mosse Snam e Terna dopo il balzo di ieri su attese speculative legate a indiscrezioni stampa su una possibile fusione fra i due gruppi.

Infine, fra i minori denaro su Danieli (+4,9%) e De'Longhi(+4,6%).

(Giancarlo Navach, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli