Italia markets close in 3 hours 8 minutes
  • FTSE MIB

    22.432,07
    +50,72 (+0,23%)
     
  • Dow Jones

    30.814,26
    -177,24 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,10 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.242,21
    -276,97 (-0,97%)
     
  • Petrolio

    52,17
    -0,19 (-0,36%)
     
  • BTC-EUR

    30.534,41
    +650,89 (+2,18%)
     
  • CMC Crypto 200

    714,38
    -20,76 (-2,82%)
     
  • Oro

    1.832,40
    +2,50 (+0,14%)
     
  • EUR/USD

    1,2070
    -0,0015 (-0,12%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    28.862,77
    +288,91 (+1,01%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.590,53
    -9,02 (-0,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,8908
    +0,0021 (+0,24%)
     
  • EUR/CHF

    1,0750
    -0,0005 (-0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,5417
    +0,0043 (+0,28%)
     

Borsa Milano ritraccia da massimi, bene Stm, banche

·2 minuto per la lettura
L'ingresso alla Borsa di Milano

MILANO, 8 gennaio (Reuters) -

Piazza Affari giunge a fine mattina con un rialzo contenuto, sotto i massimi d'apertura, in un clima di prudente ottimismo su una futura ripresa dell'economia Usa e di un prossimo ritorno alla normalità dopo la pandemia.

I mercati si aspettano un effetto positivo dei vaccini nel giro di 3-4 mesi, dice un trader che avverte però che i volumi modesti che caratterizzano i mercati in questo inizio d'anno rendono fragile il movimento rialzista.

Tra i titoli in evidenza:

Stm sale di oltre il 3% dopo un balzo iniziale che ha superato il 7%. Il produttore di microchip italo-francese beneficia di una trimestrale superiore alle attese annunciata prima dell'apertura dei mercati e di un sentiment positivo sul settore alimentato da altre trimestrali incoraggianti, come quelli di Micron Technology e Samsung Electronics.

Ritraccia il comparto energetico nonostante la buona impostazione del greggio ancora in scia alla decisione dell'Arabia Saudita di tagliare volontariamente la produzione. Eni cede lo 0,2%.

Proseguono invece gli acquisti sulle banche, guidate da Unicredit che sale di 2,5%, seguita da BPER (+1%). Poco mossa INTESA SAN PAOLO.

Cnh Industrial positiva ma sotto i massimi della mattina dopo i recenti guadagni in seguito alla notizia di una ripresa delle trattative con la cinese Faw sul futuro della controllata Iveco. Fiat Chrysler perde invece l'1,3%.

Deboli Prysmian e Interpump.

Tra i titoli minori balza Ovs (+6,4%) dopo che il ministero dello Sviluppo economico ha autorizzato ieri l'acquisto del marchio Stefanel e di alcuni punti vendita della società in amministrazione controllata. "E' troppo presto per valutare l'accordo", ma il cash-out appare trascurabile e la riduzione della redditività di OVS per l'integrazione dei negozi Stefanel sembra modesta a una prima occhiata, commenta in una nota Banca Imi.

(Claudia Cristoferi, in redazione a Milano Sabina Suzzi)