Italia markets open in 3 hours 22 minutes
  • Dow Jones

    31.438,26
    -62,42 (-0,20%)
     
  • Nasdaq

    11.524,55
    -83,07 (-0,72%)
     
  • Nikkei 225

    26.830,69
    -40,58 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,0582
    -0,0004 (-0,04%)
     
  • BTC-EUR

    19.542,28
    -582,11 (-2,89%)
     
  • CMC Crypto 200

    449,12
    -12,68 (-2,75%)
     
  • HANG SENG

    21.995,22
    -234,30 (-1,05%)
     
  • S&P 500

    3.900,11
    -11,63 (-0,30%)
     

Borsa Milano tenta rimbalzo in seduta volatile in attesa WS, strappa Saipem, bene banche

Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari tenta di rialzare la testa stamani, dopo cinque sedute consecutive negative, anche se senza grande convinzione. Troppe le incertezze legate al cambio di passo della Bce, dopo l'annuncio giovedì scorso di porre fine alla politica di espansione monetaria che ha innescato il forte ribasso dei mercati a livello europeo.

In profondo rosso le piazze asiatiche, penalizzate dal forte calo di Wall Street ieri. Goldman Sachs stima un rialzo dei tassi di interesse Usa di 0,75 punti base nella seduta di domani della Fed.

Intanto lo spread sul debito Italia-Germania viaggia oggi poco sotto i 240 punti, il rendimento del Btp decennale si mantiene sopra quota 4%.

Intorno alle 9,50 l'indice FTSE Mib sale dello 0,77%, rallentando dai massimi di inizio seduta, con continui saliscendi, quando l'indice è arrivato a guadagnare fino all'1,1%.

La seduta è comunque soggetta a forte volatilità nella settimana che si concluderà con le scadenze tecniche di venerdì prossimo.

"Si tenta il rialzo ma con poca spinta al momento e al traino dei futures Usa positivi. Vediamo se nel corso della seduta il rialzo diventa più corposo", osserva un trader.

Tra i titoli in evidenza:

Banche in recupero dopo il violento "sell off" delle ultime sedute, a causa del rialzo dei rendimenti dei titoli di Stato: l'indice guadagna l'1,4%, in linea con l'andamento del settore europeo.

Ancora debole Bper (-0,76%) molto venduta nelle ultime due sedute a valle del piano industriale, nonostante target di redditività e remunerazioni in linea o superiori alle attese.

In recupero, invece, i big del credito, con UniCredit che guadagna il 2,8% e Intesa Sanpaolol'1,7%; Banco Bpm +0,4%, Mpsa +0,9%.

Nel settore oil, Saipem guadagna oltre l'8%, ma il titolo viene da cinque sedute negative consecutive in cui ha perso più del 26%. Da ieri poi è operativo il raggruppamento delle azioni ordinarie e di risparmio nel rapporto di una nuova azione ogni 10 azioni possedute, in vista dell'aumento di capitale che ha fatto scattare forti vendite sulle azioni. "A trainare il titolo oggi è oltre al forte ipervenduto sulle azioni anche l'annuncio dell'MoU con Trevi nel settore eolico che è coerente con il piano strategico al 2025", osserva un trader.

Trevi Finanziaria balza del 6,6% proprio in virtù di questo annuncio che prevede la collaborazione per lo sviluppo congiunto di un progetto di due sistemi di trivellazione per fori di fondazione di grande diametro destinato ai parchi eolici.

Negativa anche oggi Nexi, in flessione dell'1,4% e nuovi minimi storici a 7,33 euro. Il titolo non riesce a trovare beneficio dall'annuncio odierno della vendita a Euronext di una componente tecnologica Capital Markets per 57 milioni di euro.

(Giancarlo Navach, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli