Italia Markets open in 2 hrs 57 mins

Borsa Milano tira il fiato dopo recente corsa, giù Autogrill, crolla Avio

·2 minuto per la lettura
Una donna davanti all'ingresso della Borsa di Milano
Una donna davanti all'ingresso della Borsa di Milano

MILANO, 17 novembre (Reuters) - Seduta di consolidamento a Piazza Affari dopo il balzo di ieri sulla scia dell'annuncio del vaccino anti Covid-19 da parte di Moderna, che ha un'efficacia del 94,5%, e che segue quello fatto da Pfizer la scorsa settimana.

Poco mosse anche le principali borse europee, segno che gli investitori restano preoccupati dall'andamento dei contagi e dall'effetto sull'economia delle misure restrittive messe in campo dai governi per arginare la pandemia di coronavirus.

"Seduta scarica di idee al momento e si tira un po' il fiato. Diciamo che chi voleva comprare lo ha già fatto", osserva un trader.

Stabile il prezzo del petrolio sulle attese che i Paesi aderenti al cartello Opec+ possano tagliare le fornitire il prossimo anno e in scia delle attese per un secondo vaccino.

Tra i titoli in evidenza:

Sprofonda Avio, in calo del 15,4% anche se sopra i minimi di inizio seduta, dopo avere annunciato la "conclusione prematura" della missione Vega VV 17, che trasportava i satelliti SEOSAT-Ingenio e Taranisi, a causa di un'anomalia. Il broker Equita ha tagliato la raccomandazione a "Hold" da "Buy" a causa di queste incertezze legate alla missione.

In rialzo Atlantia (+2,4%) tra i migliori titoli del FTSE Mib, in assenza di notizie o novità legate alla partita per la cessione del controllo di Autostrade per L'Italia da parte della holding controllata dalla famiglia Benetton.

Bancari poco mossi, le big Intesa Sp e Unicredit cedono rispettivamente lo 0,2% e lo 0,06%.

In moderato rialzo Poste (+1%) dopo l'annuncio, ieri, dell'acquisto della rivale Nexive.

Debole Eni (-0,5%), in sintonia con la debolezza del settore oil&gas a livello europeo.

Ritraccia Leonardo (-0,78%) dopo il balzo di ieri.

Giù anche Autogrill in flessione dell'1,7%, mentre ieri le azioni sono balzate di oltre il 10% sulle attese di un graduale ritorno alla nornalità post Covid. Tuttavia, il Dipartimento ai trasporti Usa ha reso noto le stime di traffico aereo a settembre in flessione del 65%, con il traffico domestico a -62% e internazionale a -84%. Mediobanca Securities rileva che "questo canale rappresenta oltre il 40% dei ricavi totali di Autogrill". Il broker già tiene conto "nelle proprie stime di ricavi 2020 un ribasso del 60% con una piena ripresa attesa a fine 2023".

Vendite anche su As Roma in flessione del 7% circa dopo i forti, recenti rialzi.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Cristina Carlevaro)