Italia markets open in 41 minutes
  • Dow Jones

    34.479,60
    +13,40 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    14.069,42
    +49,12 (+0,35%)
     
  • Nikkei 225

    29.166,88
    +218,15 (+0,75%)
     
  • EUR/USD

    1,2104
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • BTC-EUR

    32.468,53
    +3.301,75 (+11,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    979,96
    +38,14 (+4,05%)
     
  • HANG SENG

    28.842,13
    +103,23 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    4.247,44
    +8,26 (+0,19%)
     

Borsa Milano tonica con Europa spinta da settore oil, sale Pop Sondrio

·2 minuto per la lettura
L'ingresso principale della Borsa di Milano

MILANO, 1 giugno (Reuters) - Piazza Affari prosegue tonica a fine mattina, in linea con gli altri mercati europei rinfrancati dai buoni dati sull'attività manifatturiera di maggio. Aiuta anche l'intonazione positiva dei futures sugli indici Usa.

Bene in particolare il settore energetico, sostenuto dal rialzo del greggio.

Stabile il differenziale di rendimento tra i titoli di Stato italiani e tedeschi sul tratto a dieci anni.

Tra i titoli in evidenza:

Corre Pop Sondrio, in rialzo del 2,5% dopo che UNIPOLSAI (+1,4%) ha aumentato la partecipazione nella banca intorno al 9%. Il titolo, dice un analista, è sostenuto dalle attese di accelerazione del processo di consolidamento bancario e dalla prevista trasformazione in Spa dopo che il Consiglio di Stato ha confermato ieri la legittimità della riforma delle banche popolari voluta dal governo Renzi nel 2015.

Positive in generale le banche, con Unicredit e Intesa Sanpaolo intorno a +1,5%.

Poco mossa Cattolica dopo la corsa di ieri. Il titolo resta comunque sopra il prezzo dell'Opa di 6,75 euro annunciata ieri mattina da Generali (+0,7%).

Anche RETELIT, piatta, tratta sopra il prezzo di 2,85 euro offerto dall'azionista Marbles che punta al delisting.

La corsa dei prezzi del petrolio, con il Brent sui massimi da marzo sulle aspettative di un aumento della domanda estiva di carburante negli Stati Uniti, accende il settore energetico europeo. Saipem guadagna il 3,7%, Tenaris il 3% ed Eni più del 2%.

Sale anche il comparto automotive con Cnh e Stellantis entrambe ben comprate.

Resta tonica Atlantia , sostenuta già ieri dal via libera dell'assemblea alla proposta di acquisto avanzata dal consorzio Cdp-Blackstone-Macquarie per Autostrade per l'Italia.

Bene Moncler, che ha creato la nuova posizione di chief brand officer tra le fila dei suoi top manager.

(Claudia Cristoferi, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)