Italia markets close in 6 hours 22 minutes
  • FTSE MIB

    26.085,50
    +80,10 (+0,31%)
     
  • Dow Jones

    34.639,79
    +617,75 (+1,82%)
     
  • Nasdaq

    15.381,32
    +127,27 (+0,83%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    68,23
    +1,73 (+2,60%)
     
  • BTC-EUR

    50.631,84
    +44,73 (+0,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.459,34
    +20,46 (+1,42%)
     
  • Oro

    1.768,60
    +5,90 (+0,33%)
     
  • EUR/USD

    1,1302
    -0,0004 (-0,03%)
     
  • S&P 500

    4.577,10
    +64,06 (+1,42%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.114,18
    +6,16 (+0,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8507
    +0,0013 (+0,15%)
     
  • EUR/CHF

    1,0401
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,4494
    +0,0022 (+0,15%)
     

Borsa Milano tonica, forti Eni, Ovs, raccolte le banche, venduta Piaggio

·2 minuto per la lettura
Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Restereste) - Indici molto positivi a Piazza Affari, e più in generale sulle borse europee nonostante dati macro inferiori alle attese giunti dalla Cina.

L'indice Ftse Mib ha rinnovato i massimi di inizio ottobre 2008.

"Seduta di generale rimbalzo, con volumi chiaramente bassi", sottolinea un trader in riferimento alla giornata festiva in Italia con le banche chiuse e attivo solo il trading ondine.

Intorno alle 12,55 il FSTE Mib guadagna lo 0,9%. Volumi intorno ai 1,1 miliardi di euro.

Tra i titoli in evidenza:

** Molto forte Eni in salita del 2%, meglio del settore oil&gas europeo (+0,95%) grazie al supporto del prezzo del Brent che resta sostenuto sopra 84 dollari al barile. A sostenere le azioni della major petrolifera i risultati del trimestre e la guidance per il 2021 resi noti venerdì scorso, ben sopra le attese del mercato. "I broker stanno adeguando i target price in vista anche del capital market day del gruppo sull'Ipo del business che integra retail gas&power e rinnovabili il prossimo 22 novembre", sottolinea un trader. Equita ha confermato il "Buy" alzando dell'11% il prezzo obiettivo a 15 euro.

** Ben raccolte anche le oil service, come Saipem (+2%), che però viene dalla pesante flessione della scorsa settimana a seguito dei risultati sotto le attese, e Tenaris (+1,56%).

** Rientra il forte balzo in avvio di Stm, reduce dai conti trimestrali di fine settimana scorsa. Oggi c'è stato il declassamento a "neutral" da "buy" da parte di Citigroup, che ha però alzato il target price a 45 da 41 euro.

** Spunti al rialzo per Atlantia (+1,5%) e Interpump (+1,3%).

** Acquisti sul settore bancario con Banco Bpm e Bper in rialzo rispettivamente dell'1,8% e dell'1,4% dopo il crollo di venerdì. Forte Intesa Sanpaolo con un rialzo che sfiora il 2%, mentre UNICREDIT cresce dello 0,4%. UNIPOL, che indiscrezioni stampa danno come possibile interessato a MPS, sale di 1%.

** Telecom Italia recupera terreno dopo le recenti perdite (+0,6%).

** Spunti su Mediaset che registra un balzo del 2,9%.

** Fuori dal paniere, in denaro Juventus a +2,4% nonostante l'andamento deludente in campionato. In lieve rialzo la Roma (+0,3%).

** Ancora vendite su Piaggio in flessione del 2,3% post risultati deboli a livello operativo a causa di costi più elevati e con la guidance per l'anno più bassa delle attese, scrive Equita nel daily.

** Infine, molto forte OVS in salita del 4,4%. Un trader cita la sottoscrizione del bond legato alla sostenibilità lanciato dalla catena di negozi retail che ha già superato l'ammontare previsto.

(Giancarlo Navach, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli