Italia markets close in 6 hours 39 minutes
  • FTSE MIB

    25.565,62
    +75,40 (+0,30%)
     
  • Dow Jones

    34.792,67
    -323,73 (-0,92%)
     
  • Nasdaq

    14.780,53
    +19,24 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    27.728,12
    +144,04 (+0,52%)
     
  • Petrolio

    67,91
    -0,24 (-0,35%)
     
  • BTC-EUR

    32.711,56
    +679,26 (+2,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    960,06
    +33,30 (+3,59%)
     
  • Oro

    1.811,40
    -3,10 (-0,17%)
     
  • EUR/USD

    1,1836
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • S&P 500

    4.402,66
    -20,49 (-0,46%)
     
  • HANG SENG

    26.204,69
    -221,86 (-0,84%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.161,96
    +17,06 (+0,41%)
     
  • EUR/GBP

    0,8505
    -0,0016 (-0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0727
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4819
    -0,0026 (-0,18%)
     

Borsa: Piazza Affari in rosso, vendite su UniCredit nel giorno dei conti

·2 minuto per la lettura

In Europa a prevalere oggi è stata la cautela in vista del periodo di vacanza e dei nuovi focolai emersi nel Vecchio continente. La prudenza è d’obbligo anche in attesa di novità sul nuovo piano di stimolo all’economia che dovrebbe essere approvato dall’amministrazione Trump.

A Piazza Affari il Ftse Mib si è fermato a 19.475,15 punti, -1,34% rispetto al dato precedente, mentre lo spread ha segnato un -0,85% a 147 punti base.

Sul paniere principale, in particolare evidenza c’è UniCredit nel giorno della presentazione dei conti. Tra aprile e giugno, l’utile netto dell’istituto di Piazza Gae Aulenti, il cui titolo ha perso il 3,87%, si è attestato a 420 milioni di euro.

Il dato segna un -77% nel confronto con 12 mesi prima ma è maggiore rispetto ai 350 milioni stimati dagli analisti. A livello di ratio patrimoniali, il Cet 1 “fully loaded” si è attestato al 13,85% (13,44% al termine del primo trimestre). La banca ha inoltre confermato gli obiettivi per l’utile 2021.

Giornata particolarmente difficile anche per Pirelli (-4,76%), che ha rivisto le stime 2020 a causa del “forte” impatto della pandemia, e Tenaris (-4,95%), che nel semestre ha registrato ricavi per 3 miliardi di dollari, -21% rispetto ai 3,79 miliardi realizzati nei primi sei mesi dello scorso anno.

Sostanziale parità per Mediobanca (-0,09%) dopo i rumor sull’ultima bozza del Decreto agosto, che prevedrebbe un’estensione degli obblighi di notifica in tema di Golden Power: nel caso l’indiscrezione venisse confermata, Leonardo Del Vecchio dovrebbe ottenere il via libera del governo per poter incrementare la sua quota in Piazzetta Cuccia. La partita interessa anche Generali (-2%), di cui Mediobanca è primo socio con il 13%. (In collaborazione con money.it)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli