Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    39.995,16
    -923,91 (-2,26%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1925
    -0,0054 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8605
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,1082
    -0,0040 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5074
    -0,0087 (-0,58%)
     

Borsa Shanghai chiude settimana in calo su timori liquidità, ma archivia gennaio positivo

·1 minuto per la lettura
Diversi passanti su un ponte nel distretto finanziario Lujiazui a Shanghai

SHANGHAI (Reuters) - L'azionario cinese ha subito una perdita settimanale di oltre il 3%, con i timori per le condizioni di scarsa liquidità che hanno colpito il sentiment.

Il mese si è chiuso in rialzo, tuttavia, sulle crescenti speranze di una ripresa economica.

L'indice blue chip CSI300 ha chiuso in ribasso dello 0,5% a 5.351,96, mentre lo Shanghai Composite Index ha perso lo 0,6% a 3.483,07.

Per la settimana, CSI300 è sceso del 3,9%, mentre l'SSEC è sceso del 3,4%.

Ma, a gennaio, il CSI300 è salito del 2,7%, mentre l'SSEC è sceso dello 0,3%, con un numero maggiore di investitori che ha versato denaro nei fondi comuni del paese che investono in azionario.

I persistenti timori per la scarsa liquidità hanno scosso gli investitori quando il mercato si è avvicinato ai massimi pluriennali, mentre le preoccupazioni sulle bolle hanno spinto alcuni investitori a cercare occasioni a buon mercato a Hong Kong.

Con i tassi di mercato già sostenuti dalla solida ripresa economica della Cina, un inaspettato inasprimento delle condizioni di liquidità onshore li ha spinti ancora più in alto e ha rafforzato l'ipotesi che la Banca popolare cinese (Pboc) possa inasprire la politica monetaria.

L'indice Hang Seng di Hong Kong ha chiuso in ribasso dello 0,9%, a 28.283,71.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)