Borsa: sui minimi dei 5 mesi (-3,83%). Spread torna sopra quota 400

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
UCG.MDD6,540,06
FTSEMIB.MI21.819,48+143,73
UBI.MDD6,890,07

Crolla la fiducia dei consumatori. (ASCA) - Roma, 23 apr - Piazza Affari archivia la seduta con una flessione dell'indice Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) sotto la soglia dei 14mila punti (-3,83%). Una retromarcia che riporta il listino sui livelli piu' bassi dalla scorso 25 novembre. Flessioni accentuate anche per le altre borse europee. Sulla giornata hanno pesato alcuni fattori contingenti: il primo turno delle elezioni presidenziali in Francia ha registrato il successo del socialista Francois Hollande, il quale ha gia' annunciato, in caso di successo nel ballottagio contro il presidente uscente Nicolas Sarkozy, l'intenzione di cambiare la politica europea della Francia, a suo avviso, troppo schiacciata sul rigore monetarista di Berlino. Sempre in Francia, ha impressionato il successo dell'estrema destra Lepenista, per definizione anti-europea e predicatrice del ritorno al franco francese. Sono poi arrivate le dimissioni del premier olandese Mark Rutte, nei Paesi bassi si va alle elezioni anticipate e, come in Francia, sulla scia di un sentimento anti-euro e xenofobo. Male anche i numeri dell'economia, in aprile segni di frenata dell'attivita' manifatturiera in Cina e nell'Eurozona. La contrazione economica pesa soprattutto sui paesi periferici dell'unione monetaria caratterizzata da crescita economica endemicamente anemica ed altri deficit o debiti pubblici. Dove le misure di austerita', almeno per ora, stanno aggravando la crisi della domanda aggregata (consumi e investimenti). Un numero su tutti, ad aprile la fiducia dei consumatori italiani e' crollata a 89 punti, il minimo storico. Invece, l'aumento delle risorse al Fondo Monetario Internazionale salite di 430 miliardi di dollari, non ha commosso nessuno: cresce infatti la capacita' di prestito del Fondo ma non quella verso l'Eurozona, dove la combinazione dei due fondi europei salva-stati, pari a 740 miliardi di euro, appare del tutto insufficiente agli scopi. Ancor piu' insufficente, quando si guarda all'assetto dell'unione monetaria: un perfetto Gold Standard anni '30, il sistema che contribui' ad alimentare la Grande Depressione. Cosi (Berlino: XO2.BE - notizie) ' sono tornate le vendite sui titoli di Stato degli anelli debole dell'Eurozona: Italia e Spagna. Lo spread Btp-Bund ha chiuso a 409 punti. I rendimenti sono addirittura piu' alti di quelli di fine settembre che vennero utilizzati dall'Autorita' bancaria europea (Eba) per fissare, lo scorso 8 dicembre, le necessita' di rafforzamento patrimoniale della banche europee. Il conto piu' salato era, e rimane, per gli istituti di credito iberici e per quelli tricolori. Peraltro, il 30 settembre 2011, il Btp decennale rendeva il 5,54%, oggi il 5,74%, dunque possono accumularsi minusvalenze sul titoli a piu' lungo termine. Difficile che l'Eba faccia degli sconti alle banche che non hanno ancora ricapitalizzato, quando, rispetto a settembre, la situazione e' persino peggiorata. In particolare, le banche dei paesi periferici hanno utilizzato gran parte dei prestiti triennali ricevuti a febbraio dalla Bce per comprare titoli di Stato con scadenza analoga. Gli acquisti avevano schiacciato i rendimenti dei Btp triennali in area 2,50%, oggi viaggiano al 3,88%. Si annunciano minusvalenze potenziali anche sui titoli piu' corti. Non stupisce dunque la nuova tornata di vendite sui titoli bancari: Unicredit (MDD: UCG.MDD - notizie) -6,42%, Intesa SanPaolo (Dusseldorf: 575913.DU - notizie) -6,29%, Banco Popolare -5,79%, Bpm -5,59%, Bmps -5,30%, Ubi Banca (MDD: UBI.MDD - notizie) -5,12%.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.186,70 0,34% 17:22 CEST
Ftse 100 6.701,15 0,40% 17:22 CEST
Dax 9.542,76 0,01% 17:22 CEST
Dow Jones 16.538,19 0,22% 17:37 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati