Italia markets close in 6 hours 58 minutes
  • FTSE MIB

    25.204,05
    +126,91 (+0,51%)
     
  • Dow Jones

    33.874,24
    -71,34 (-0,21%)
     
  • Nasdaq

    14.271,73
    +18,46 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    28.875,23
    +0,34 (+0,00%)
     
  • Petrolio

    73,51
    +0,43 (+0,59%)
     
  • BTC-EUR

    27.665,96
    -1.130,60 (-3,93%)
     
  • CMC Crypto 200

    798,88
    -11,32 (-1,40%)
     
  • Oro

    1.780,00
    -3,40 (-0,19%)
     
  • EUR/USD

    1,1942
    +0,0009 (+0,07%)
     
  • S&P 500

    4.241,84
    -4,60 (-0,11%)
     
  • HANG SENG

    28.882,46
    +65,39 (+0,23%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.103,88
    +27,94 (+0,69%)
     
  • EUR/GBP

    0,8539
    -0,0002 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    1,0968
    +0,0019 (+0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4674
    -0,0004 (-0,03%)
     

Borsa Tokyo chiude in calo, si teme un lockdown a Tokyo per il coronavirus

·2 minuto per la lettura
Pedoni riflessi su un uno schermo presso la Borsa di Tokyo

SYDNEY (Reuters) - La borsa di Tokyo chiude in ribasso sulle crescenti preoccupazioni per l'epidemia di coronavirus nel corso del weekend, con misure di lockdown più severe adottate da più Paesi che alimentano i timori di una serrata anche Tokyo.

L'indice Nikkei cede l'1,6% a 19.084,97, dopo aver guadagnato il 3,9% venerdì. Il più ampio indice Topix perde l'1,6% a 1.435,54.

L'indice di volatilità Nikkei aggiunge il 4,2% a 54,98, ancora lontano però dai massimi di nove anni a 60,86 toccati il 16 marzo.

Il Giappone si prepara ad estendere il divieto di ingresso ai cittadini provenienti dagli Stati Uniti, Cina, Corea del Sud e buona parte dell'Europa.

Sabato il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha promesso una serie di misure senza precedenti, affermando che il Paese è vicino allo stato d'emergenza nazionale, a causa del crescente numero di infezioni.

Ventisette settori su 33 scambiano in ribasso, in particolare i comparti dei trasporti aerei, il bancario e l'assicurativo.

Soffrono il sell-off anche le blue-chip, con Toyota Motor in calo del 3,3% dopo aver segnalato che la produzione globale del gruppo a febbraio è diminuita del 12,2% su base annuale.

Sony cede il 3,8% dopo aver detto che a causa dell'impatto dell'epidemia di coronavirus si vede costretto ad annullare la revisione al rialzo delle stime sugli utili annuali, come indicato a febbraio.

Le raffinerie petrolifere JXTG Holdings e Idemitsu Kosan perdono rispettivamente il 3,9% e il 4,5%, a causa del calo del prezzo del greggio Usa sotto la soglia dei 20 dollari il barile.

Data la crescente possibilità di un lockdown per l'intera città di Tokyo, i produttori alimentari, in controtendenza rispetto all'andamento generale del mercato, guadagnano terreno. Nichirei avanza del 4,1%, Yamazaki Baking il 3,8% e Toyo Suisan Kaisha guadagna il 6,3%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli