Italia Markets close in 3 hrs 57 mins

Borsa Tokyo, chiude in lieve rialzo a massimi da un anno, giù Softbank Group

di Hideyuki Sano

di Hideyuki Sano

TOKYO (Reuters) - L'azionario giapponese ha chiuso in lieve rialzo ai massimi da un anno, nonostante i guadagni siano stati limitati dai timori su un possibile rinvio della firma sulla prima fase dell'accordo commerciale tra Cina e Stati Uniti. In ribasso Softbank Group che ha registrato la sua prima perdita trimestrale in 14 anni.

Il Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,11% a 23.330,32, la miglior chiusura da inizi ottobre dell'anno scorso.

Il più ampio Topix ha guadagnato lo 0,22% a 1.698,13, ugualmente la miglior chiusura da un anno, con una sovraperformance dei titoli con elevato potenziale di crescita, in rialzo dello 0,38%.

A limitare i guadagni è stata una notizia Reuters secondo cui un incontro tra il presidente Usa Donald Trump ed il presidente cinese Xi Jinping per porre una firma sull'accordo commerciale provvisorio potrebbe essere rimandato fino a dicembre, con le trattative che continuano sulla sede e i termini dell'incontro.

Un sondaggio Tankan Reuters mostra come il pessimismo dei produttori manifatturieri giapponesi abbia toccato i massimi di sei anni e mezzo a novembre e come il modello del settore dei servizi sia calato ai minimi degli ultimi tre anni, minato dal rallentamento della crescita globale, da disastri naturali e da un aumento delle imposte sulle vendite.

SOFTBANK GROUP ha perso il 2,2% dopo aver registrato una perdita operativa di 704 miliardi di yen nel trimestre luglio-settembre dovuta ad una svalutazione dell'investimento tramite Vision Fund in WeWork e Uber Technologies.

MITSUBISHI MOTORS crolla del 6,8% dopo che la casa automobilistica ha tagliato l'outlook sugli utili per l'intero esercizio del 67%, sulle aspettative di un protrarsi della debolezza della domanda in Nord America e Cina.

Il produttore di elettrodi di grafite TOKAI CARBON ha fatto registrare un -4,7% su utili deludenti dovuti ad un rallentamento della domanda, mentre il rivale SHOWA DENKO ha perso lo 0,3% sempre dopo i risultati.

OLYMPUS invece è balzato del 15,1% ai massimi storici dopo che gli utili trimestrali hanno superato le aspettative, sostenuti dalle forti vendite di endoscopi.

Il produttore di attrezzature mediche SYSMEX è balzato del 7% ed il gestore di discount PAN PACIFIC INTERNATIONAL ha guadagnato il 5,6% su utili positivi.