Italia markets open in 55 minutes
  • Dow Jones

    33.945,58
    +68,61 (+0,20%)
     
  • Nasdaq

    14.253,27
    +111,79 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.903,27
    +19,14 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,1930
    -0,0013 (-0,11%)
     
  • BTC-EUR

    28.606,81
    +1.034,89 (+3,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    819,91
    +25,58 (+3,22%)
     
  • HANG SENG

    28.734,05
    +424,29 (+1,50%)
     
  • S&P 500

    4.246,44
    +21,65 (+0,51%)
     

Borsa Tokyo chiude in rialzo su scia Wall Street, stabili tassi Usa

·1 minuto per la lettura
Passanti riflessi su uno schermo presso il distretto finanziario di Tokyo

TOKYO (Reuters) - La borsa di Tokyo ha chiuso in rialzo, con gli investitori spronati da una solida chiusura di Wall Street a puntare sui titoli legati alla crescita, mentre gli stabili tassi d'interesse statunitensi hanno sostenuto il sentiment.

L'indice Nikkei è avanzato dello 0,78% chiudendo a 28.317,83, mentre l'indice Topix ha guadagnato lo 0,46% a 1.904,69.

"Gli investitori hanno iniziato a sentirsi a proprio agio e a scommettere, con i prezzi delle azioni relativamente a buon mercato", ha detto Jun Morita di Chibagin Asset Management.

Fast Retailing, nota per il marchio d'abbigliamento Uniqlo, ha guadagnato l'1,09%, mentre Tokyo Electron è avanzato dell'1,31%. Il produttore di attrezzature mediche Olympus è balzato del 2,05%.

Gli indici di Wall Street sono rimbalzati dopo una serie negativa di tre giorni, sostenuti dal settore tech, mentre il rendimento dei Treasury a 10 anni è calato, in seguito a una contrazione dell'attività industriale a maggio nella regione medio-atlantica Usa.

Takeda Pharmaceutical ha guadagnato l'1,44% su indiscrezioni secondo le quali Moderna sta considerando di produrre il vaccino contro il Covid-19 in Giappone. Takeda ha gestito finora l'importazione e i filing normativi per il vaccino, che il ministro della Sanità giapponese ha ufficialmente approvato oggi.

Inpex ha perso il 3,86%, peggior titolo sull'indice Nikkei, con i prezzi del greggio in forte calo ieri, quando i diplomatici hanno affermato di aver fatto progressi per raggiungere un accordo di revoca delle sanzioni Usa contro l'Iran.

Il rivale Japan Petroleum Exploration ha ceduto il 3,19%.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Roma Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli