Italia Markets open in 7 hrs 36 mins

Borsa Tokyo, debole dopo massimi ultimi 13 mesi, ma consolida guadagni

TOKYO (Reuters) - L'azionario giapponese ha consolidando i guadagni, dopo il forte rally delle ultime settimane sulle speranze di un accordo commerciale tra Cina e Stati Uniti, ma nuovi scontri ad Hong Kong hanno minato il sentiment.

Il Nikkei ha perso lo 0,26% a 23.331,84, in calo rispetto ai massimi degli ultimi 13 mesi toccati venerdì, mentre il più ampio Topix ha chiuso in rialzo dello 0,07% a 1.704,03, con un rapporto di 62 a 38 tra titoli in territorio positivo e negativo.

Il presidente Usa Donald Trump aveva detto venerdì di non aver acconsentito a un ritiro dei dazi richiesto dalla Cina, ponendo dubbi sulle possibilità di raggiungere un accordo, ma ha poi affermato sabato che le trattative commerciali procedevano "in maniera molto positiva".

Gli azionari asiatici hanno comunque risentito delle notizie da Hong Kong, dove i media hanno riportato di almeno un dimostrante ferito dopo che le forze di polizia hanno aperto il fuoco e dopo il ricorso al gas lacrimogeno il giorno precedente, nel tentativo di porre fine alle proteste iniziate ormai sei mesi fa.

HONDA MOTOR ha fatto registrare un +3,9% dopo aver annunciato un piano per riacquistare l'1,9% delle proprie azioni. La notizia secondo il mercato ha compensato una revisione deludente degli utili annuali e delle vendite ai minimi degli ultimi quattro anni.

NISSAN CHEMICAL è balzata del 9,9% dopo il taglio della guidance e l'annuncio di un buyback.

FUKUSHIMA BANK, che scambia a circa un quarto del proprio book value, è scattata del 27,6% dopo che l'emittente pubblica Nhk ha riportato la notizia di un legame azionario e strategico con il gigante giapponese dei servizi finanziari SBI HOLDINGS, che ha invece registrato un -0,5%.

SUSHIRO GLOBAL HOLDINGS ha guadagnato il 6,8% raggiungendo i propri massimi di sempre, dopo che il gestore della catena di ristoranti sushi ha reso noti utili solidi ed un aumento dei dividendi, mentre la società di sicurezza SECOM è avanzata del 3,9% dopo un incremento degli utili tra luglio e settembre.

Il produttore di beni usa e getta per l'igiene UNICHARM è scesa del 7,7% dopo aver deluso le aspettative del mercato con l'incremento degli utili.

BRIDGESTONE ha perso lo 0,8% dopo che il produttore di pneumatici ha tagliato l'outlook sugli utili per l'intero esercizio.

La catena di negozi di divertimento ROUND ONE è crollata del 13,5% dopo aver tagliato le stime sugli utili per l'esercizio e aver registrato una flessione dei ricavi ad ottobre, il primo mese dopo l'incremento delle imposte sulle vendite.