Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.852,99
    -1.245,84 (-4,60%)
     
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,04 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,57 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.751,62
    -747,66 (-2,53%)
     
  • Petrolio

    68,15
    -10,24 (-13,06%)
     
  • BTC-EUR

    47.880,08
    -4.833,55 (-9,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.365,60
    -89,82 (-6,17%)
     
  • Oro

    1.785,50
    +1,20 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,1320
    +0,0108 (+0,96%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     
  • HANG SENG

    24.080,52
    -659,64 (-2,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,58
    -203,66 (-4,74%)
     
  • EUR/GBP

    0,8488
    +0,0076 (+0,91%)
     
  • EUR/CHF

    1,0440
    -0,0043 (-0,41%)
     
  • EUR/CAD

    1,4471
    +0,0296 (+2,09%)
     

Borsa Tokyo: indice Nikkei 225 in calo -0,43%. Focus su annuncio banca centrale Australia

·1 minuto per la lettura

L'indice Nikkei 225 della borsa di Tokyo ha chiuso la sessione in calo dello 0,43% a 29.520 punti. Protagonista oggi nell'area dell'Asia-Pacifico l'annuncio della RBA (Reserve Bank of Australia), banca centrale dell'Australia, relativo alla decisione di mantenere invariato il target sul tasso di interesse al minimo dello 0,10%. L'RBA ha ritirato tuttavia la strategia volta a fissare al valore di 10 punti base il target dei rendimenti dei titoli di stato australiani con scadenza nell'aprile del 2024. Così facendo, la RBA ha praticamente abbandonato la YCC (yield curve control, controllo della curva dei rendimenti). "La decisione di interrompere la strategia di target sui rendimenti riflette il miglioramento dell'economia e i progressi fatti, annunciati prima delle attese, verso il raggiungimento del target di inflazione", ha commentato il governatore dell'RBA Philip Lowe. Bene in Asia anche la borsa di Seoul, con l'indice Kospi in solido rialzo (+1,53%), grazie anche al balzo di circa il 3% delle quotazioni di Samsung Electronics. Poco mosso l'Hang Seng, mentre la borsa di Shanghai segna un ribasso dell'1,25%. La borsa di Sidney è in flessione dello 0,63%. Da segnalare che ieri Wall Street ha chiuso la prima sessione di novembre in territorio positivo, testando nuovi record. Lo S&P 500 è salito dello 0,18% alla chiusura record di 4,613.67; il Dow Jones Industrial Average è avanzato di 94,28 punti a 35.913,84 punti, segnando anch'esso un nuovo record. Massimo storico di chiusura anche per il Nasdaq Composite, in crescita dello 0,63% a 15.595,92 circa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli