Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 7 hours 50 minutes
  • FTSE MIB

    34.415,53
    -164,99 (-0,48%)
     
  • Dow Jones

    40.000,90
    +247,10 (+0,62%)
     
  • Nasdaq

    18.398,45
    +115,04 (+0,63%)
     
  • Nikkei 225

    41.190,68
    -1.033,32 (-2,45%)
     
  • Petrolio

    82,07
    -0,14 (-0,17%)
     
  • Bitcoin EUR

    57.776,83
    +2.689,84 (+4,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.308,38
    +39,43 (+3,11%)
     
  • Oro

    2.409,20
    -11,50 (-0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,0894
    -0,0015 (-0,14%)
     
  • S&P 500

    5.615,35
    +30,81 (+0,55%)
     
  • HANG SENG

    17.976,40
    -316,98 (-1,73%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.015,43
    -27,59 (-0,55%)
     
  • EUR/GBP

    0,8393
    -0,0005 (-0,06%)
     
  • EUR/CHF

    0,9746
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4871
    +0,0006 (+0,04%)
     

Borsa Usa in calo in attesa riunione Fed, Instacart debutta in borsa

Il logo Instacart su uno smartphone.

(Reuters) - Wall Street è in calo in vista della riunione di politica monetaria della Federal Reserve, con l'attenzione degli investitori rivolta al debutto sul Nasdaq dell'app di consegna di generi alimentari Instacart per valutare una potenziale ripresa del mercato delle Ipo.

Intorno alle ore 16,20, il Dow Jones cede 179,18 punti a 34.444,94, lo S&P 500 perde 21,53 punti a 4.431,51, e il Nasdaq scivola di 96,36 punti a 13.618,37.

L'Ipo di Instacart è stata valutata 9,9 miliardi di dollari dopo avere fissato un prezzo di 30 dollari per azione, al massimo della forchetta indicata.

Arm Holdings ha avuto un debutto di mercato stellare la scorsa settimana, alimentando le speranze per una ripresa del mercato delle Ipo dopo un periodo di magra durato quasi 18 mesi. Nella seduta odierna, il titolo scambia in ribasso del 5%.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

L'aumento dei rendimenti dei Treasury zavorra alcuni titoli 'growth', con Amazon, Nvidia e Microsoft in calo tra lo 0,7% e il 2,2%.

Occhi puntati sulla riunione di due giorni della Fed, che domani dovrebbe mantenere il tasso di interesse di riferimento nell'attuale intervallo di 5,25%-5,50%.

Starbucks perde il 2,1% dopo che TD Cowen ha tagliato il rating del titolo a "underperform".

Il settore dei beni di consumo discrezionali scivola dell'1,0% tra i peggiori segmenti dell'indice S&P 500.

Walt Disney perde il 3,2% dopo aver quasi raddoppiato le spese del gruppo per la divisione di parchi divertimenti per i prossimi 10 anni, a circa 60 miliardi di dollari.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Andrea Mandalà)