Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    30.012,57
    -226,65 (-0,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Borsa Usa in calo, forti dati macro alimentano timori inflazione

·2 minuto per la lettura
La facciata anteriore della Borsa di New York

(Reuters) - I principali indici di Wall Street sono in calo, zavorrati dai titoli tech, con una serie di dati macro positivi che evidenziano la ripresa in corso e alimentano i timori di un aumento dell'inflazione.

Il rendimento del Treasury a 10 anni è salito all'1,6% dopo il rapporto Adp sull'occupazione che ha mostrato un aumento degli occupati del settore privato pari a 978.000 unità a maggio, ben oltre le attese, impostando un tono positivo in attesa dei dati ufficiali sugli occupati previsti per domani.

Da altri dati emerge che il numero di cittadini Usa ad aver presentato richiesta di sussidi di disoccupazione ha toccato i minimi dall'inizio della pandemia.

Un sondaggio a cura di Ism indica invece che a maggio l'attività del settore servizi ha registrato un aumento ai massimi record.

I dati positivi potrebbero costringere la Federal Reserve a ridurre le misure di stimolo prima del previsto, nonostante i le rassicurazioni in senso contrario dei funzionari della banca centrale.

Apple, Amazon, Microsoft e Google registrano alcune tra le performance più deludenti sull'S&P 500.

Alle 16,50 il Dow Jones Industrial Average è in calo di 48,19 punti, o lo 0,13% a 34.550,09 punti, mentre l'S&P 500 cede 20,60 punti, o lo 0,48%, a 4.188,52 punti. Il Nasdaq Composite scivola di 130,61 punti, o lo 0,93%, a 13.628,80.

Amc Entertainment cancella i guadagni iniziali e crolla di circa il 21% dopo aver lanciato la seconda emissione di azioni in tre giorni.

Fireye Inc scivola del 13,8% dopo che l'azienda di sicurezza informatica ha annunciato che venderà la divisione 'products', tra cui il brand FireEye, a un consorzio guidato da Symphony Technology Group per 1,2 miliardi di dollari in contanti.

Bene General Motors, in rialzo del 6,5% dopo aver previsto risultati del primo semestre nettamente superiori alle attese grazie a una ripresa delle consegne di semiconduttori nel secondo trimestre. La rivale Ford guadagna il 6,6%.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli