Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.435,75
    +218,19 (+0,83%)
     
  • Dow Jones

    34.030,03
    +80,62 (+0,24%)
     
  • Nasdaq

    11.612,04
    +99,63 (+0,87%)
     
  • Nikkei 225

    27.382,56
    +19,81 (+0,07%)
     
  • Petrolio

    79,65
    -1,36 (-1,68%)
     
  • BTC-EUR

    21.348,88
    +21,88 (+0,10%)
     
  • CMC Crypto 200

    526,16
    +9,16 (+1,77%)
     
  • Oro

    1.929,10
    -0,90 (-0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,0864
    -0,0028 (-0,26%)
     
  • S&P 500

    4.072,84
    +12,41 (+0,31%)
     
  • HANG SENG

    22.688,90
    +122,12 (+0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.178,01
    +4,03 (+0,10%)
     
  • EUR/GBP

    0,8765
    -0,0011 (-0,12%)
     
  • EUR/CHF

    1,0012
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4452
    -0,0051 (-0,35%)
     

Borsa Usa in calo su timori inasprimento politiche Fed dopo dati settore servizi

Dettaglio dell'ingresso della Borsa di New York

(Reuters) - I principali indici di Wall Street sono in calo dopo che dati migliori del previsto sul settore dei servizi hanno alimentato il nervosismo sul possibile ulteriore inasprimento delle politiche monetarie da parte della Federal Reserve nonostante i timori di recessione per il prossimo anno.

I dati hanno mostrato che l'attività del settore dei servizi negli Stati Uniti è aumentata inaspettatamente a novembre, con un rimbalzo dell'occupazione, dando ulteriore prova dello slancio di fondo dell'economia.

Gli investitori vedono una probabilità dell'89% che la banca centrale statunitense aumenti i tassi di interesse di 50 punti base la prossima settimana, con un picco dei tassi a maggio 2023.

Alle 17,07, il Dow Jones ​​​​​​​è in ribasso dello 0,5%​​​​​​​​​​​ a 34.258,5, l'S&P 500 ​​​perde lo 0,77%​​​​​​​​​ a 4.040,37 e il Nasdaq ​​​​cede lo 0,71%​​​​​​​​​​ a 11.379,832.

Tra i singoli titoli, Tesla è in ribasso del 4,4% dopo l'annuncio dei piani del produttore di veicoli elettrici di ridurre la produzione di dicembre della Model Y nello stabilimento di Shanghai di oltre il 20% rispetto al mese precedente.

I titoli finanziari sono tra i peggiori sull'S&P, in calo dell'1,4%, mentre i titoli energetici sovraperformano, in rialzo dello 0,1%, sulla scia della volatilità dei prezzi del greggio.

(Tradotto da Alice Schillaci, editing Gianluca Semeraro)