Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    46.860,00
    -5.658,73 (-10,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Borsa Usa, Dow e S&P 500 in calo, crolla settore bancario

·1 minuto per la lettura
La facciata dell'edificio della Borsa di New York a Manhattan

(Reuters) - La borsa Usa perde terreno zavorrata dal settore bancario dopo che la Federal Reserve ha annunciato che lascerà scadere l'esenzione temporanea sui buffer di capitale pensata per alleviare lo stress causato dalla pandemia sul mercato dei finanziamenti.

Alle 15,50 circa, il Dow Jones ​​​​​​​​​è in ribasso dello 0,65​​​%​​​​​​​​​​​ a 32.649,08, l'S&P 500 ​​​perde lo 0,53​​​%​​​​​​​​​ a 3.894, mentre il Nasdaq sale dello 0,05​​%​​​​​​​​​​​​​​ a 13.125,67.

Il comparto bancario dell'S&P 500 cede circa il 3%, poiché la mossa della Fed significa che dal prossimo mese le banche dovranno ricominciare a detenere un buffer di capitale extra in grado di assorbire potenziali perdite.

Sul Dow, NIKE registra la performance peggiore, in calo del 4,41%, dopo che la società ha mancato le stime sulle vendite trimestrali a causa di problemi di spedizione e del crollo delle vendite nei negozi fisici dovuto alla pandemia.

FEDEX avanza del 4,94% dopo che la società di spedizioni statunitense ha dichiarato che l'utile trimestrale è balzato più del previsto grazie a un aumento dei prezzi e a un balzo dei volumi delle consegne e-commerce alimentate dalla pandemia durante la stagione delle vacanze.