Annuncio pubblicitario
Italia Markets close in 2 hrs 56 mins
  • FTSE MIB

    34.481,49
    -156,26 (-0,45%)
     
  • Dow Jones

    40.358,09
    -57,35 (-0,14%)
     
  • Nasdaq

    17.997,35
    -10,22 (-0,06%)
     
  • Nikkei 225

    39.154,85
    -439,54 (-1,11%)
     
  • Petrolio

    77,80
    +0,84 (+1,09%)
     
  • BTC-EUR

    61.291,38
    +8,55 (+0,01%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.369,68
    +3,78 (+0,28%)
     
  • Oro

    2.419,20
    +11,90 (+0,49%)
     
  • EUR/USD

    1,0851
    -0,0007 (-0,0651%)
     
  • S&P 500

    5.555,74
    -8,67 (-0,16%)
     
  • HANG SENG

    17.311,05
    -158,31 (-0,91%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.873,37
    -43,43 (-0,88%)
     
  • EUR/GBP

    0,8398
    -0,0009 (-0,11%)
     
  • EUR/CHF

    0,9609
    -0,0060 (-0,62%)
     
  • EUR/CAD

    1,4955
    -0,0001 (-0,01%)
     

Borsa Usa, futures piatti, attenzione rivolta a dati inflazione, trimestrali

Operatori al lavoro alla borsa di New York (NYSE)

(Reuters) - I futures degli indici azionari statunitensi sono invariati, mentre gli investitori si preparano a una settimana intensa che vedrà la pubblicazione di un importante dato sull'inflazione, il discorso del presidente della Federal Reserve Jerome Powell e l'inizio della stagione delle trimestrali.

Le aspettative per un taglio dei tassi di interesse già a settembre hanno ricevuto ulteriore sostegno dal dato sugli occupati non agricoli di venerdì che ha mostrato un rallentamento della crescita dei posti di lavoro negli Stati Uniti a giugno, ultimo dato in ordine di tempo a indicare una debolezza del mercato del lavoro.

Gli investitori, tuttavia, sono concentrati su qualsiasi possibile indizio per avere un quadro più chiaro della politica monetaria della Fed per l'anno in corso.

Gli operatori vedono ora il 70% di possibilità di un taglio di 25 punti base alla riunione di settembre della Fed, rispetto al 60% di una settimana fa, mentre si aspettano un taglio complessivo di circa 50 punti base per l'anno, secondo Cme FedWatch.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Sul fronte dei dati, giovedì si seguirà con attenzione la pubblicazione dell'indice dei prezzi al consumo di giugno, per avere ulteriori indicazioni sull'eventuale allentamento delle pressioni sui prezzi.

Su base mensile, le attese indicano un'inflazione complessiva degli Stati Uniti in lieve aumento dello 0,1% rispetto alla lettura piatta del mese precedente, mentre l'inflazione core è vista salire dello 0,2%.

S&P 500 e Nasdaq continuano a guadagnare terreno, chiudendo ai massimi storici grazie a titoli di megacap come Meta e Microsoft che hanno toccato i massimi storici.

Apple guadagna lo 0,4% nel premarket, mentre Nvidia e Alphabet cedono tra lo 0,3% e lo 0,5%.

Le principali banche, tra cui Citigroup, JPMorgan Chase e Wells Fargo daranno il via alla stagione delle trimestrali per il secondo trimestre il 12 luglio.

JPMorgan scivola dello 0,4% nel premarket, dopo che l'indice delle banche S&P 500 ha chiuso la seduta di venerdì in calo dell'1,6%.

Gli investitori monitoreranno la stagione delle trimestrali per vedere se l'incredibile balzo registrato da diversi titoli megacap, come Nvidia, possa giustificare le loro valutazioni elevate.

I mercati seguiranno con attenzione anche la testimonianza semestrale di Powell davanti alla Commissione bancaria del Senato e alla Commissione per i servizi finanziari della Camera, rispettivamente il 9 e il 10 luglio, nonché i commenti di altri funzionari della Fed nel corso della settimana.

Venerdì sono previsti anche i dati sull'indice dei prezzi alla produzione per il mese di giugno e i dati del sondaggio sui consumatori dell'Università del Michigan.

Intorno alle 13,00, i futures sul Dow sono in ribasso di 10 punti, pari allo 0,03%, i futures sul S&P 500 sono in calo di 2,75 punti, pari allo 0,05%, e i futures sul Nasdaq 100 perdono 6,75 punti, pari allo 0,03%.

Paramount Global è in rialzo del 2% dopo l'annuncio di ieri sulla fusione con Skydance Media, che ha offerto 4,5 miliardi di dollari in contanti o azioni e altri 1,5 miliardi di dollari per sostenere il bilancio di Paramount.

L'azienda di aerei Boeing guadagna lo 0,5% dopo che la società ha accettato di dichiararsi colpevole di un'accusa di cospirazione fraudolenta per chiudere un'indagine su due incidenti mortali di 737 Max avviata dal dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Gianluca Semeraro)