Annuncio pubblicitario
Italia Markets close in 1 hr 29 mins
  • FTSE MIB

    34.528,45
    +67,93 (+0,20%)
     
  • Dow Jones

    39.480,77
    -190,27 (-0,48%)
     
  • Nasdaq

    16.893,73
    +92,19 (+0,55%)
     
  • Nikkei 225

    39.103,22
    +486,12 (+1,26%)
     
  • Petrolio

    78,30
    +0,73 (+0,94%)
     
  • BTC-EUR

    62.870,99
    -1.229,48 (-1,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.485,57
    -17,09 (-1,14%)
     
  • Oro

    2.352,30
    -40,60 (-1,70%)
     
  • EUR/USD

    1,0844
    +0,0016 (+0,1517%)
     
  • S&P 500

    5.313,44
    +6,43 (+0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.868,71
    -326,89 (-1,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.047,46
    +22,29 (+0,44%)
     
  • EUR/GBP

    0,8522
    +0,0012 (+0,15%)
     
  • EUR/CHF

    0,9908
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,4828
    +0,0012 (+0,08%)
     

Borsa Usa, futures piatti in vista di dati chiave su inflazione

Un cartello stradale di Wall Street è visibile all'esterno della Borsa di New York (Nyse) a New York City

(Reuters) - I futures sugli indici azionari statunitensi sono poco variati in vista dei dati cruciali sui prezzi al consumo che metteranno alla prova il recente rally del mercato alimentato dalle speranze di allentamento monetario da parte della Federal Reserve.

Il Nasdaq ha segnato un nuovo record in chiusura ieri, dopo che il presidente della Fed Jerome Powell con le sue stime su crescita e inflazione ha rassicurato gli investitori, che hanno peraltro digerito i dati sui prezzi alla produzione di aprile, più alti del previsto.

Secondo gli economisti intervistati da Reuters, l'indice dei prezzi al consumo (Cpi) è probabilmente salito dello 0,4% ad aprile, replicando un aumento simile a marzo.

"Sebbene ci aspettiamo che il Cpi rimanga troppo elevato perché la Federal Reserve statunitense si senta sicura che sia giunto il momento di iniziare a tagliare i tassi, questo segnerebbe un passo nella giusta direzione", ha detto in una nota Julien Lafargue, chief market strategist di Barclays Private Bank.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Un Cpi più forte del previsto potrebbe invece aumentare i timori di un'inflazione persistente e alimenterebbe le attese che la Fed ritardi il suo ciclo di allentamento dei tassi.

Secondo FedWatch del Cme, i trader vedono una probabilità del 50,5% che la banca centrale statunitense inizi a tagliare i tassi a settembre.

Tuttavia, quest'anno l'azionario ha registrato un'impennata grazie ai risultati migliori del previsto per il primo trimestre e alle aspettative che la Fed sia in grado di raffreddare l'inflazione senza danneggiare gravemente la crescita e di passare alla riduzione dei tassi d'interesse.

L'indice di riferimento S&P 500 è a un passo dal record, mentre il Dow si appresta a superare per la prima volta la soglia dei 40.000 dollari.

I dati sulle vendite al dettaglio sono in calendario alle 14,30, mentre gli investitori seguiranno con attenzione i commenti dei membri della Federal Reserve, tra cui Neel Kashkari, Michael Barr e Michelle Bowman.

Alle 11,45 italiane i futures sul Dow sono in rialzo dello 0,01%, quelli sull'S&P 500 dello 0,04%, e i futures sul Nasdaq 100 sono invariati.

La maggior parte delle megacap 'growth' e dei titoli tech è rimasta poco mossa negli scambi premarket, mentre Tesla avanza dello 0,8%.

Gamestop e Amc Entertainment guadagnano rispettivamente il 5,8% e il 7,8%, e si apprestano a prolungare il rally di questa settimana dopo i post di "Roaring Kitty" Keith Gill, figura centrale dietro il balzo dei meme del 2021.

New York Community Bancorp avanza del 5,1% dopo che la banca, in difficoltà finanziarie, ha detto ieri di aver accettato di vendere circa 5 miliardi di dollari di mutui ipotecari a JpMorgan Chase.

(Tradotto da Laura Contemori, editing Gianluca Semeraro)