Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,35 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,29 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • Petrolio

    88,54
    -3,55 (-3,85%)
     
  • BTC-EUR

    23.677,50
    -755,31 (-3,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    573,22
    +1,94 (+0,34%)
     
  • Oro

    1.794,90
    -20,60 (-1,13%)
     
  • EUR/USD

    1,0201
    -0,0057 (-0,55%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.782,01
    +5,20 (+0,14%)
     
  • EUR/GBP

    0,8453
    -0,0003 (-0,04%)
     
  • EUR/CHF

    0,9640
    -0,0015 (-0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,3161
    +0,0060 (+0,46%)
     

Borsa Usa, indici S&P 500 e Nasdaq in calo su timori recessione

Il cartello stradale di Wall Street davanti a una bandiera statunitense a New York

(Reuters) - A Wall Street l'S&P 500 e il Nasdaq perdono terreno, con gli investitori preoccupati per una recessione economica causata dagli aumenti aggressivi dei tassi di interesse in tutto il mondo per reprimere l'inflazione.

L'attenzione è ora concentrata sui dati sull'inflazione di domani che dovrebbero mostrare una crescita dei prezzi al consumo statunitensi dell'8,8% a giugno rispetto all'anno precedente, segnando un nuovo massimo di quattro decenni e aggiungendo maggiore pressione sulla Federal Reserve affinché agisca sull'impennata dei prezzi.

In aggiunta alle preoccupazioni per il rallentamento della crescita globale, diverse città in Cina stanno adottando nuove restrizioni contro il Covid-19 da questa settimana per limitare le nuove infezioni dopo aver rilevato una sottovariante di Omicron altamente trasmissibile.

Alle 16,50 circa, il Dow Jones è in rialzo dello 0,17​​%​​​​​​​​​​​​​​​ a 31.227,48, l'S&P 500 ​​​perde lo 0,22​​​%​​​​​​​​​ a 3.845,8 e il Nasdaq ​​​​cede lo 0,51​​​%​​​​​​​​​​ a 11.314,744.

Il settore energetico dell'S&P 500 è in calo del 2,6%, registrando la performance peggiore, dopo che i prezzi del petrolio hanno registrato forti ribassi a causa di prospettive di domanda più deboli. Bene, invece, le compagnie aeree, con l'indice S&P 1500 Airlines in rialzo del 4,1%.

Tra i singoli titoli, PepsiCo ha aumentato le previsioni di ricavi per l'intero anno grazie domanda sostenuta di bibite e snack e, sulla scia della notizia, scambia in rialzo dello 0,8%.

(Tradotto da Alice Schillaci, editing Andrea Mandalà)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli