Annuncio pubblicitario

Borsa Usa, indici perdono slancio, pesa aumento rendimenti Treasury

Il cartello stradale di Wall Street davanti alla Borsa di New York

(Reuters) - I principali indici di Wall Street si muovono intorno alla parità, con i rendimenti dei Treasury statunitensi in rialzo sui crescenti timori che i tassi di interesse rimangano alti più a lungo, mentre il titolo Nvidia cancella i guadagni iniziali in attesa della pubblicazione dei risultati.

Alle 16,50 italiane, il Dow Jones cede 104,48 punti, o lo 0,31%, a 34.356,59, lo S&P 500 guadagna 3,79 punti, o lo 0,09%, a 4.402,98 e il Nasdaq avanza di 28,00 punti, o dello 0,20%, a 13.526,22.

Il rendimento dei Treasury decennali ha superato i massimi di 15 anni dopo un breve ritracciamento, pesando sulla borsa.

Il sell-off dell'obbligazionario è legato ai segnali di una economia statunitense forte, che ha smorzato le speranze di un imminente allentamento della politica monetaria da parte della Federal Reserve.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Wall Street aveva recuperato un po' di terreno ieri grazie a un rally di Nvidia e di altri tecnologici.

Gli investitori aspettano di vedere se i risultati e la guidance di Nvidia saranno all'altezza delle aspettative del mercato dopo che lo scorso trimestre la società ha pubblicato risultati oltre le attese che hanno alimentato un rally nel settore tech in un clima di entusiasmo per l'intelligenza artificiale. Il titolo - che ha toccato un massimo storico di 481,87 dollari poco dopo l'apertura - perde l'1,9%.

Altri grandi titoli tech come Microsoft, Alphabet e Tesla guadagnano tra lo 0,7% e l'1,3%.

A tenere sotto pressione il Dow Jones, il produttore di articoli sportivi Nike scivola dello 0,9% dopo le previsioni negative sugli utili di Dick's Sporting Goods.

Lowe's avanza del 3,9% dopo aver pubblicato utili trimestrali oltre le attese.

Activision Blizzard guadagna l'1,2% dopo che Microsoft ha offerto di vendere i diritti di streaming non europei del gruppo a Ubisoft Entertainment per ottenere il via libera dell'autorità antitrust britannica.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Sabina Suzzi)