Italia Markets closed

Borsa Usa, nuovi massimi storici su progressi negoziati su commercio

Il cartello stradale di Wall Street davanti a una bandiera statunitense

(Reuters) - Wall Street tocca oggi nuovi massimi storici grazie ai progressi nelle relazioni commerciali tra Usa e Cina e a trimestrali per lo più positive.

Alle 16,35 il Dow Jones guadagna lo 0,78%, a 27.707,62, l'indice S&P 500 avanza dello 0,55%, a 3.093,77 e il Nasdaq Composite è in rialzo dello 0,71%, a 8.470,09.

L'indice di riferimento S&P 500 si avvia verso la quinta settimana di fila col segno più, mentre il Nasdaq per la sesta.

Cina e Stati Uniti hanno concordato di cancellare, in diverse fasi, le imposte stabilite durante la guerra dei dazi, mentre Xinhua News Agency, controllata dallo stato cinese, ha detto che Pechino stava anche considerando la rimozione di restrizioni sulle importazioni di pollame.

"Cresce l'ottimismo che l'accordo sarà concretizzato a un certo punto", ha detto Andre Bakhos, managing director di New Vines Capital a Bernardsville, New Jersey.

"Rimuove il velo di incertezza e dà al mercato il via libera per investimenti rischiosi".

Otto degli 11 principali settori dell'S&P 500 sono in rialzo, in particolare il comparto energia che segna ù+1,2% in seguito all'aumento dei prezzi del petrolio.

Il settore tech offre il maggior supporto all'indice S&P 500, spinto da Qualcomm che guadagna il 7,7%, dopo aver riportato stime per l'attuale trimestre al di sopra delle previsioni degli analisti.

L'indice Philadelphia Semiconductor guadagna a sua volta l'1,5%, sostenuto dai produttori di chip fortemente dipendenti dal mercato cinese.

Circa tre quarti delle 383 aziende dell'indice S&P 500 hanno battuto le previsioni di mercato per gli utili trimestrali, secondo i dati IBES di Refinitiv.

Ralph Lauren balza del 12,8% dopo aver superato le stime per gli utili del secondo trimestre, grazie al maggior taglio dei costi e alla forte domanda per Polo e giacche di tweed in Cina e in Europa.

In controtendenza Expendia Group, che crolla del 24,9%, dopo una trimestrale sotto le attese.

Roku perde il 15,6% dopo la trimestrale a causa di spese più alte per attrarre utenti alle proprie piattaforme di streaming.

Twitter perde lo 0,7% dopo che Evercore ISI ha cambiato il rating del titolo ad "underperform" da "in-line".


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia