Italia markets open in 5 hours 40 minutes
  • Dow Jones

    34.751,32
    -63,07 (-0,18%)
     
  • Nasdaq

    15.181,92
    +20,39 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    30.414,19
    +90,85 (+0,30%)
     
  • EUR/USD

    1,1769
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • BTC-EUR

    40.555,31
    -588,28 (-1,43%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.222,12
    -11,17 (-0,91%)
     
  • HANG SENG

    24.667,85
    0,00 (0,00%)
     
  • S&P 500

    4.473,75
    -6,95 (-0,16%)
     

Borsa Usa, S&P 500 e Dow a massimi storici mentre economia accelera

·2 minuto per la lettura
Un cartello stradale di Wall Street davanti all'insegna della Borsa di New York

(Reuters) - Gli indici S&P 500 e Dow Jones toccano nuovi record grazie a una serie di risultati societari positivi e ai dati che hanno mostrato una ripresa della crescita economica degli Stati Uniti rafforzando l'ottimismo sul costante recupero post-pandemico.

Alle 16,40 circa, il Dow Jones è in rialzo dello 0,46​​%​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​ a 35.091,33, l'S&P 500 avanza dello 0,49​​%​​​​​​​​​​​​ a 4.422,25 e il Nasdaq sale dello 0,37​​%​​​​​​​​​​​​​​ a 14.817,446.

Tra i singoli titoli, Ford Motor balza del 5,9%, al massimo di oltre tre settimane, dopo aver alzato le previsioni di utile per l'anno.

Boeing Co e Caterpillar Inc e le banche tra cui JPMorga Chase & CO, Bank of America Corp e Citigroup guadagnano tra lo 0,3% e l'1,6%, un giorno dopo che la Federal Reserve ha dichiarato che non è ancora il momento di iniziare a revocare il massiccio stimolo monetario del periodo pandemico.

I commenti della banca centrale hanno anche attenuato i timori che un aumento dei casi della variante Delta possa danneggiare la forte ripresa economica degli Stati Uniti. I dati pubblicati oggi hanno mostrato che il Pil del Paese è aumentato a un tasso annualizzato del 6,5% nel secondo trimestre, mentre le richieste di sussidi di disoccupazione sono scese a 400.000 per la settimana terminata il 24 luglio.

Yum Brands guadagna il 5,13% dopo aver battuto le aspettative sulle vendite trimestrali.

La cinese Didi Global avanza del 4,6%, dopo aver toccato +14,4% negli scambi iniziali, sulla scia di indiscrezioni stampa secondo cui starebbe considerando l'uscita dal mercato per placare le autorità cinesi e compensare le perdite degli investitori da quando la società di viaggi è quotata negli Stati Uniti. Didi ha smentito quella che ha definito soltanto una "voce" sul suo possibile addio alla borsa.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli