Italia Markets closed

Borsa Usa, S&P, Dow poco mossi su timori coronavirus, stime Nvidia sostengono Nasdaq

Un uomo con un ombrello cammina davanti l'insegna di Wall St. fuori dalla Borsa di New York

(Reuters) - Gli indici S&P 500 e Dow Jones sono poco mossi, con i timori sull'impatto economico dell'epidemia di coronavirus che tengono gli investitori sulla difensiva in vista del weekend lungo, mentre i guadagni di Nvidia sostengono il Nasdaq in territorio positivo.

Intorno alle 16,55 italiane, il Dow Jones cede lo 0,02% a 29.416,48. L'indice S&P 500 guadagna lo 0,05% a 3.375,83, mentre il Nasdaq Composite avanza dello 0,17% a 9.728,27.

A raffreddare il sentiment contribuiscono i dati del dipartimento del Commercio sulle vendite al dettaglio che mostrano un probabile ulteriore rallentamento della spesa dei consumatori a gennaio, mentre quelli sulla produzione industriale sono calati più del previsto il mese scorso.

Intanto, l'epidemia di coronavirus in Cina non mostra segnali di rallentamento, con le autorità sanitarie che hanno riportato oggi oltre 5.000 nuovi casi.

"Gli investitori stanno sicuramente tenendo d'occhio dove e quanto si sta diffondendo il coronavirus. Rimane il rischio maggiore nel futuro prossimo", ha detto Robert Pavlik, chief investment strategist e senior portfolio manager di SlateStone Wealth LLC a New York.

"I risultati trimestrali di ieri sera stanno sicuramente aiutando ma è ancora troppo presto per dire come andrà la giornata".

Nvidia balza del 7,4% dopo aver previsto ricavi nel primo trimestre al di sopra delle stime degli analisti, rafforzando l'aspettativa di un rimbalzo nella domanda di chip.

Il titolo sostiene l'indice Philadelphia SE Semiconductor, in rialzo dello 0,3%, mentre il settore tech avanza dello 0,1%.

Expedia balza del 9,8% dopo aver stimato solidi utili core pur nel clima d'incertezza legato al coronavirus.

Ebay guadagna l'1,9% dopo aver aumentato di 3 miliardi di dollari il piano di buyback per il 2020 e aver previsto utili al di sopra delle stime degli analisti per il trimestre in corso.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia