Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.850,44
    +592,12 (+1,73%)
     
  • Nasdaq

    15.073,81
    +176,97 (+1,19%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,1752
    +0,0056 (+0,48%)
     
  • BTC-EUR

    38.157,43
    +491,48 (+1,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.123,69
    +14,77 (+1,33%)
     
  • HANG SENG

    24.510,98
    +289,44 (+1,19%)
     
  • S&P 500

    4.460,88
    +65,24 (+1,48%)
     

Borsa Usa, S&P e Dow stornano da massimi storici penalizzati da tech e Home Depot

·2 minuto per la lettura
Un cartello stradale di Wall Street fuori dalla Borsa di New York

(Reuters) - Wall Street perde terreno, penalizzata dai ribassi dei giganti tecnologici e dai deludenti risultati trimestrali di Home Depot, mentre i dati sulle vendite al dettaglio mostrano un rallentamento della ripresa dell'economia statunitense a luglio.

Intorno alle ore 16,45 italiane, il Dow Jones cede 296,23 punti, o lo 0,83%, a 35.331,55, l'S&P 500 perde 25,72 punti, o lo 0,57%, a 4.454,13, e il Nasdaq scivola di 114,72 punti, o dello 0,79%, a 14.677,90.

Home Depot cede il 4,8% dopo aver registrato vendite omogenee negli Stati Uniti inferiori alle attese di Wall Street per la prima volta in due anni, superato il picco di popolarità visto dai progetti fai-da-te durante la pandemia.

I risultati pesano anche sulla rivale Lowe's Companies, in ribasso del 4,9%.

Alphabet, Facebook, Microsoft, Tesla e Amazon.com perdono tra lo 0,4% e il 3,1%, allontanando l'S&P 500 e il Dow Jones dai massimi storici.

Negli Usa le vendite al dettaglio sono scese più del previsto a luglio sulla scia della carenza di chip che ha penalizzato le vendite di auto , mentre i timori legati alla variante Delta hanno spinto i consumatori a restare a casa.

Tra i settori più colpiti dalle vendite quello dei beni di consumo discrezionali, mentre è positivo il comparto healthcare.

Le borse mondiali hanno visto un inizio di settimana difficile a causa del crescente scrutinio cinese sul settore tech e dei segnali di rallentamento nella ripresa economia, in particolare in Cina, che hanno spinto gli investitori verso i segmenti più difensivi del mercato.

Occhi puntati sui verbali dell'ultimo meeting della Fed, previsti domani, dopo che il presidente della Fed di Boston, Eric Rosengren, ha detto che un altro mese di forte crescita nel mercato del lavoro potrebbe soddisfare i requisiti della banca centrale per iniziare a ridurre gli acquisti mensili di asset.

Walmart sale dello 0,4% dopo aver aumentato le stime per le vendite omogenee annue negli Stati Uniti.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Milano Sabina Suzzi, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli