Italia Markets close in 1 hr 4 mins

Borsa Usa, S&P e Nasdaq in rialzo, focus su ballottaggi in Georgia

·2 minuto per la lettura
Lo stivale sulla statua di George Washington, il primo presidente degli Stati Uniti, di fronte alla Borsa di New York

(Reuters) - Gli indici S&P 500 e Nasdaq rimbalzano dopo un inizio in sordina, mentre il Dow è in lieve ribasso, con gli investitori in attesa del risultato dei ballottaggi per due seggi del Senato in Georgia, che determineranno con molta probabilità gli equilibri di potere a Washington.

Secondo gli ultimi sondaggi pubblicati dal sito di news e statistica "583", i due sfidanti Democratici sono in leggero vantaggio nei rispettivi ballottaggi.

L'indice di volatilità Cboe ritraccia dai massimi di due mesi registrati nella seduta di ieri, che ha visto i principali indici di Wall Street crollare ai minimi di due settimane a causa dei timori per il continuo aumento dei casi di coronavirus.

Gran parte dei settori principali dell'S&P è in rialzo, con i titoli energetici che guadagnano circa il 2% sull'aumento dei prezzi del petrolio.

Fanalini di coda i titoli difensivi ad alto dividendo, ovvero materie prime, utility e comparto immobiliare.

Alle 16,40 il Dow Jones Industrial Average è in ribasso di 78,20 punti, o dello 0,26%, a 30.145,69, l'S&P 500 guadagna 5,05 punti, o lo 0,14%, a 3.705,97, mentre il Nasdaq Composite avanza di 69,75 punti, o lo 0,55%, a 12.768,20.

Sebbene l'avvio delle vaccinazioni e un massiccio sostegno monetario abbiano trainato recentemente gli indici Usa a livelli record, la scoperta di un ceppo maggiormente contagioso del coronavirus e le più recenti restrizioni a causa della pandemia hanno intaccato l'outlook economico.

La Gran Bretagna è entrata oggi nel terzo lockdown nazionale per scongiurare la diffusione di una variante altamente contagiosa che minaccia di sopraffare il sistema sanitario. Intanto, a New York è stato rilevato ieri il primo caso della variante "inglese".

Un sondaggio di Ism ha mostrato che l'attività manifatturiera è cresciuta ai livelli più alti di circa 2 anni e mezzo a dicembre, con l'aumento vertiginoso dei contagi da coronavirus che ha probabilmente spostato la domanda dai servizi ai beni.

Micron Technology, azienda produttrice di chip, è in rialzo di oltre il 5% dopo che Citigroup ha promosso il titolo a "buy" sulle attese di una ripresa della domanda e dei prezzi per i semiconduttori Dram.

I titoli quotati a Wall Street di China Telecom e China Mobile balzano entrambi di circa il 9%, mentre quello di China Unicom Hong Kong avanza del 13,63% dopo che la Nyse ha cambiato idea in merito alla rimozione del titolo dalla borsa statunitense.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)