Italia markets close in 1 hour 10 minutes
  • FTSE MIB

    24.119,84
    +31,19 (+0,13%)
     
  • Dow Jones

    33.976,05
    +154,75 (+0,46%)
     
  • Nasdaq

    13.792,62
    +6,35 (+0,05%)
     
  • Nikkei 225

    28.508,55
    -591,83 (-2,03%)
     
  • Petrolio

    61,94
    -0,73 (-1,16%)
     
  • BTC-EUR

    46.178,74
    -785,63 (-1,67%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.273,88
    +10,92 (+0,86%)
     
  • Oro

    1.793,90
    +15,50 (+0,87%)
     
  • EUR/USD

    1,2009
    -0,0032 (-0,26%)
     
  • S&P 500

    4.145,46
    +10,52 (+0,25%)
     
  • HANG SENG

    28.621,92
    -513,81 (-1,76%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.979,57
    +39,11 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8626
    -0,0008 (-0,09%)
     
  • EUR/CHF

    1,1035
    +0,0018 (+0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,5014
    -0,0156 (-1,03%)
     

Borsa Usa in rialzo con titoli tech e finanziari

·1 minuto per la lettura
Diverse persone davanti l'ingresso della Borsa di New York

(Reuters) - Gli indici azionari statunitensi sono in netto rialzo, sostenuti dalla performance dei titoli tecnologici e finanziari, mentre gli investitori puntano su quella che dovrebbe essere la crescita economica più rapida dal 1984.

Alle 16,10 circa, il Dow Jones è in rialzo dello 0,58​​%​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​ a 32.808,14, l'S&P 500 avanza dello 0,57​​%​​​​​​​​​​​​ a 3.931,65 e il Nasdaq sale dello 0,34​​%​​​​​​​​​​​​​​ a 13.021,393.

I titoli bancari avanzano dell'1,3% dopo che la Federal Reserve ha annunciato la revoca delle restrizioni previste per i grandi istituti su dividendi e buyback a giugno dopo il prossimo round di stress test.

Il settore energetico guadagna l'1,4% sulla scia dell'aumento dei prezzi del greggio dopo che una gigantesca nave portacontainer ha bloccato il Canale di Suez, alimentando i timori di una contrazione dell'offerta.

L Brands, a cui fa capo il brand Victoria's Secret, scambia in rialzo del 6% dopo aver aumentato le previsioni di utile per il trimestre in corso per la seconda volta questo mese, grazie alla spesa dei consumatori che hanno ricevuto i sussidi anti-pandemia e all'allentamento delle restrizioni.

Il produttore cinese di veicoli elettrici NIO perde circa il 5,3% sull'annuncio di uno stop alla produzione per cinque giorni lavorativi nello stabilimento di Hefei a causa di una carenza di chip semiconduttori.