Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.125,48
    +178,49 (+0,58%)
     
  • Nasdaq

    11.186,69
    +5,15 (+0,05%)
     
  • Nikkei 225

    26.804,60
    -244,87 (-0,91%)
     
  • EUR/USD

    1,0450
    -0,0075 (-0,71%)
     
  • BTC-EUR

    19.201,79
    -393,91 (-2,01%)
     
  • CMC Crypto 200

    432,33
    -7,34 (-1,67%)
     
  • HANG SENG

    21.996,89
    -422,08 (-1,88%)
     
  • S&P 500

    3.826,58
    +5,03 (+0,13%)
     

Borsa Usa, seduta mista, persistono timori recessione

Un cartello stradale di Wall Street davanti alla borsa di New York

(Reuters) - Seduta contrastata a Wall Street, dove Down Jones e S&P500 cedono terreno dopo i guadagni iniziali, all'indomani di un brutale crollo innescato dai timori di recessione dovuti ai rialzi dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve e di altre banche centrali.

L'inflazione ostinatamente alta ha spaventato gli investitori, che si sono adattati alla fine dell'era del "cheap money", facendo temere un impatto delle pressioni sui prezzi su utili aziendali e crescita economica.

I tre principali indici statunitensi sono in corsa per la terza perdita settimanale consecutiva, con l'S&P 500 che potrebbe fare registrare il peggior risultato da gennaio.

Il presidente della Fed Jerome Powell ha ribadito l'attenzione della banca centrale per riportare l'inflazione al suo obiettivo del 2%, intervenendo a una conferenza sul "Ruolo internazionale del dollaro USA"

Alle 16,43 il Dow Jones perde lo 0,61% a quota 29.743,29 punti, l'S&P 500 perde lo 0,39% a 3.652,33 punti, mentre il Nasdaq guadagna lo 0,34% a 10.681,04 punti.

Si prevede che le contrattazioni rimarranno volatili a causa della scadenza dei contratti di opzione mensili e trimestrali prima della festività della Giornata dell'Emancipazione, che si celebrerà lunedì.

Le azioni quotate negli Usa di Alibaba Group guadagnano l'1,23% dopo che Reuters ha riportato che la banca centrale cinese ha accettato la richiesta di Ant Group per la costituzione di una holding finanziaria.

Revlon ha registrato un balzo del 74,36% dopo la notizia che il gruppo indiano RELIANCE INDUSTRIES sta valutando la possibilità di acquistare l'azienda di cosmetici, pochi giorni dopo l'avvio delle procedure per la bancarotta.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Andrea Mandalà)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli