Borse Asia-Pacifico: Shanghai pesante, pesa calo indice PMI

Quasi tutte le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi in ribasso.

Lo Shanghai Composite ha perso il 2,6% a 2.184,54 punti. HSBC ha comunicato oggi che in base alle sue stime preliminari l'indice PMI per la Cina è sceso ad aprile, rispetto a marzo, da 51,6 a 50,5 punti. Gli economisti avevano previsto 51,5 punti. La notizia ha fatto aumentare i timori del mercato relativi allo stato di salute dell'economia del colosso asiatico. Sany Heavy Industry , il maggiore produttore cinese di macchinari, ha chiuso in ribasso del 3,9%. Anhui Conch Cement , il maggiore produttore cinese di cemento, ha perso il 5,9%.
Tra i bancari Bank of Communications ha perso il 2,8%, Shanghai Pudong Development Bank il 3,7%, Minsheng Banking Corp il 4,7% e China Merchants Bank  il 3,6%. Secondo quanto riporta "China Business News", che cita l'organo che vigila sul settore bancario cinese, i veicoli finanziari delle amministrazioni locali dovranno rimborsare nei prossimi tre anni prestiti per circa CNY 3,49 bilioni.

Tra gli altri indici della regione l'Hang Seng a Hong Kong ha perso l'1,1%,  il Kospi a Seul lo 0,4% e il Taiex a Taipei lo 0,4% e lo FTSE Straits Times a Singapore lo 0,7%. L'S&P/ASX 200 a Sydney ha guadagnato l'1%.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito