Le Borse asiatiche festeggiano Capodanno

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BELI.PA29,880,78

I mercati azionari festeggiano un brillante 2012 con l'MSCI Asia Index che chiude con un risultato a due cifre, cioè al 13%, riscattandosi da un biennio precedente poco soddisfacente, e supportato dalle iniziative delle Banche centrali che con reiterate operazioni di acquisto titoli sul mercato hanno favorito la caccia agli alti rendimenti, anche azionari.

Le (Parigi: FR0000072399 - notizie) recenti decisioni della Fed hanno fatto volare l'indice MSCI Asia, che nella settimana che si è chiusa il 14 dicembre ha visto un record di flussi di oltre 1 mld di usd arrivare da fondi comuni di investimento dedicati ai mercati azionari, con India e Sud Corea in evidenza.

L'Asia si distingue, nonostante la crisi europea e il deterioramento della crescita globale abbiano frenato la spinta export lead di queste economie. Infatti le tigri asiatiche marcano un importante distinguo soprattutto dal punto di vista settoriale. Ad esempio il settore auto e veicoli dal Giappone alla Cina resta estremamente fiorente nonostante il calo europeo e i livelli di produzione sono attesi in aumento anche nel 2013.

Il prossimo anno vedrà anche una sovraperformance del PIL cinese rispetto ai dati di quest'anno e le corporates cinesi sono attese così ad un incremento degli utili del 10%. D'altronde l'Itraxx Asia Index, l'indice CDS su 40 emittenti primari di corporates asiatici fuori dal Giappone, è già ai minimi dal Maggio 2011 a 108 bp rispetto ad un livello analogo del Itraxx Main UE, in questo caso causato da una evidente illiquidità del comparto corporates europeo soprattutto sul mercato secondario.

L'Asia festeggia anche un flusso di investimenti dall'estero crescente ed una seconda ondata di de-localizzazioni e di quotazioni di emittenti europei sulle borse asiatiche. Singapore, Shangai e Hong Kong diventano i principali poli di attrazione sulle attività finanziarie, tanto che la Banca centrale svizzera aprirà una filiale operativa a Singapore per gestire al meglio il livello prefissato a 1.20 CHF/eur durante le ore asiatiche ma anche per uno specifico interesse nel diversificare le proprie riserve internazionali su bond e azioni asiatiche, probabilmente con l'istituzione di un fondo sovrano dedicato.

, Per i titoli governativi è il mercato della Malesia ad attrarre i maggiori flussi con un balzo del 22% di investitori esteri, perlopiù fondi globali che hanno portato la quota in mano agli esteri al 43% rispetto al 32% in Indonesia, 24% in Sud Corea e 16% in Tailandia. L'Europa è avvertita.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.771,94 0,74% 16:46 CEST
Eurostoxx 50 3.181,20 0,58% 16:31 CEST
Ftse 100 6.672,20 0,14% 16:31 CEST
Dax 9.555,06 0,47% 16:31 CEST
Dow Jones 16.511,64 0,02% 16:46 CEST
Nikkei 225 14.546,27 +1,09% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati