Italia markets open in 5 hours 27 minutes
  • Dow Jones

    33.821,30
    -256,33 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    13.786,27
    -128,50 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.581,92
    -518,46 (-1,78%)
     
  • EUR/USD

    1,2045
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • BTC-EUR

    46.473,88
    +555,51 (+1,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.280,97
    +46,56 (+3,77%)
     
  • HANG SENG

    29.135,73
    0,00 (0,00%)
     
  • S&P 500

    4.134,94
    -28,32 (-0,68%)
     

Borse caute in attesa di novità sul vaccino AstraZeneca

Antonio Cardarelli
·2 minuto per la lettura
Borse caute in attesa di novità sul vaccino AstraZeneca
Borse caute in attesa di novità sul vaccino AstraZeneca

Oggi il pronunciamento dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) sui casi di trombosi segnalati nelle scorse settimane. Borse europee frenate anche dal rallentamento di ieri a Wall Street

Seduta nel segno della cautela per le Borse europee, che seguono la frenata di Wall Street e attendono il nuovo pronunciamento dell’Ema sul vaccino AstraZeneca. In una giornata in cui lo spread Btp/Bund ritocca i 100 punti per la prima volta da marzo, Piazza Affari viaggia con un rialzo dello 0,2% insieme al CAC 40 di Parigi. Intorno alla parità anche il Dax di Francoforte (+0,1%) mentre in Europa brilla Londra, dove il FTSE 100 guadagna quasi l’1%.

ASIA MISTA

Sulle Borse asiatiche da registrare la chiusura in leggero rialzo di Tokyo (+0,12%) nonostante la sospensione delle azioni Toshiba a causa di una proposta di acquisizione da parte della società di private equity britannica Cvc Capital Partners. In Cina Shanghai perde lo 0,1% mentre l’Hang Seng di Hong Kong, a poco dalla chiusura, è in rosso dell’1,2%. Nella mattinata europea i future di Wall Street viaggiano in leggero rialzo.

OTTIMISMO DELL’FMI SULLA RIPRESA

Dopo l’ottimismo di ieri per una ripresa più forte del previsto, con l’Fmi che ha ritoccato le previsioni globali, oggi l’Europa torna a fare i conti con una campagna vaccinale che stenta a decollare. Europa che, sempre secondo l’Fmi, crescere meno rispetto a Usa e Cina, con un 4,2% per il 2021 rispetto al 5,1% americano e all’8,1% cinese.

EMA SU ASTRAZENECA

Oggi l’Ema potrebbe ufficializzare la connessione tra il vaccino AstraZeneca e alcuni casi, molto rari, di trombosi venosa cerebrale associati a un basso numero di piastrine. Non è escluso che l’Ema possa raccomandare nuove limitazioni di età per la somministrazione del vaccino, che in ogni caso verrà ancora utilizzato poiché i benefici superano di gran lunga i possibili rischi. Tuttavia, come hanno sottolineato anche le autorità sanitarie italiane, è giusto continuare a monitorare con attenzione gli effetti di un medicinale da poco entrato in commercio. Nel frattempo, proseguono i ritardi nelle consegne proprio per il vaccino AstraZeneca: delle 340mila dosi previste entro il 14 aprile, in Italia ne arriveranno solo la metà.

PETROLIO IN CRESCITA

Tornando alla giornata sui mercati finanziari, da segnalare l’ingresso di Iliad nel capitale Unieuro con una quota del 12%. Sul fronte dei cambi, l’euro si conferma sopra la soglia di 1,18 dollari: passa di mano a 1,1872 dollari (da 1,1844 in chiusura). La ripresa spinge anche gli acquisti sul petrolio: il contratto sul Wti consegna maggio sale dello 0,54% a 59,63 dollari mentre il Brent consegna giugno avanza dello 0,53% a 63,06 dollari al barile. Oro in leggero calo a 1.740 dollari l’oncia.