Italia Markets closed

Borse: continua la fiducia dei mercati

Giancarlo Marcotti
 

Ancora una giornata positiva sui mercati borsistici. I principali indici di Borsa, in Europa, han fatto segnare rialzi intorno al punto percentuale, l’unico neo: il nuovo balzo avuto dalla nostra moneta, il cross Eur/Usd ha infatti guadagnato un’altra figura superando di slancio quota 1,15 un livello che ci fa tornare indietro di tre mesi.

Il Ftse100 (+0,7%) di Londra, Dax30 (+0,8%) di Francoforte ed il Cac40 (+0,8%) hanno avuto un andamento molto simile, sempre in territorio positivo, con un ritracciamento dopo l’apertura incerta di Wall Street, ma con un rimbalzo finale quando da New York sono arrivate ampie rassicurazioni.

Meglio ancora il nostro Ftse Mib (+0,94%) nonostante il nostro comparto principe, quello bancario, non abbia particolarmente brillato.

Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) (+0,74%) e Banco BPM (+0,49%) le sole a far registrare un guadagno, mentre hanno dovuto cedere alle vendite Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) (-0,15%), Ubi Banca (Amsterdam: UF8.AS - notizie) (-0,35%), Bper Banca (-0,42%) e Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) (-0,52%).

Non frena, anzi, accelera Brembo (+6,10%) che ha iniziato il 2019 come meglio non poteva (+14,5%). Quarto rialzo di fila per Stmicroelectronics (Amsterdam: ST8.AS - notizie) (+5,36%) che al fixing fa segnare un importo tondo (12 euro), bene anche Prysmian (EUREX: 3056144.EX - notizie) (+3,95%) tornato sui massimi da quasi tre mesi.

Guadagnano oltre tre punti percentuali anche Banca Generali, (+3,71%), Buzzi Unicem (Londra: 0NVQ.L - notizie) (+3,47%) e Pirelli (+3,04%), va sottolineato poi anche l’ottima performance del comparto petrolifero.

Dopo due ribassi torna a salire Eni (Euronext: ENI.NX - notizie) (+0,92%), ma salgono soprattutto Tenaris (Amsterdam: TS6.AS - notizie) (+2,98%) e Saipem (EUREX: 577305.EX - notizie) (+3,42%) giunta al settimo rialzo consecutivo.

Giornata decisamente positiva anche per tutta la galassia Agnelli, quarto guadagno di fila per Fiat Chrysler (+2,93%), Exor (+2,84%) e Ferrari (Xetra: 30092157.DE - notizie) (+2,72%), bene anche Cnh Industrial (+1,78%).

Dopo un buon inizio d’anno, coronato con il record storico stabilito venerdì scorso, l’ottava in corso registra solo segni meno per Campari (Milano: CPR.MI - notizie) (-2,47%), insomma prese di profitto più che giustificate.

In calo anche Telecom Italia (Amsterdam: TI6.AS - notizie) (-2,03%) e Juventus (Milano: JUVE.MI - notizie) (-1,05%) un altro titolo che aveva necessità di rifiatare.  

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro          

Sei un appassionato di trading?

Partecipa ai nostri webinar gratuiti: http://www.trend-online.com/webinar/

Autore: Giancarlo Marcotti Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online