Italia Markets close in 2 hrs 14 mins

Borse deboli, male Piazza Affari

Giancarlo Marcotti
 

Giornata debole per le Borse europee e la nostra Piazza Affari, purtroppo, ha indossato la maglia nera, sommersa da vendite a pioggia.

In calo di circa mezzo punto Francoforte (-0,5%) e Parigi (-0,6%), mentre Londra ha limitato le perdite (-0,1%).

L’indice principale della nostra Borsa, invece ha lasciato sul terreno un punto percentuale, Ftse Mib (-0,97%) le vendite hanno riguardato 36 dei 40 titoli che compongono il nostro indice di riferimento ed anche i quattro titoli che si sono salvati dalle vendite hanno fatto registrare performance estremamente modeste: Stmicroelectronics (+0,43%), Tenaris (+0,38%), Saipem (+0,09%) ed Atlantia(+0,05%).

Dopo due sedute boom sono arrivate inesorabili le prese di profitto su Salvatore Ferragamo (-3,78%) che conclude fanalino di coda.

Stessa sorte per Azimut (-3,61%), erano in molti ad attendersi uno storno per un titolo che da inizio anno sta guadagnando il 143%!!!

Continua il suo momento critico Recordati (-3,01%) che torna su valori registrato lo scorso mese di maggio.

Deboli i titoli del comparto industriale con Prysmian (-2,43%) e Leonardo (-2,21%) che interrompono un minitrend rialzista.

Ritorna poi in area 11 euro Finecobank (-2,03%) un livello che deve essere assolutamente mantenuto.

In calo, ma si mantiene su livelli stratosferici Ferrari (-1,92%) che da inizio anno sta registrando un’eccellente performance (+72%).

Più limitati i cali dei titoli del settore bancario, i ribassi più pesanti hanno riguardato Ubi Banca (-1,73%) e Mediobanca (-1,64%).

Al momento anche Wall Street viaggia sotto la linea della parità, ma i ribassi per i tre principali indici della Borsa statunitense sono assolutamente frazionali.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Sei un appassionato di trading?
Partecipa ai nostri webinar gratuiti: http://www.trend-online.com/webinar/

Autore: Giancarlo Marcotti Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online