Italia Markets close in 1 hr 8 mins

Borse Europa ai massimi di due settimane su tech, trimestrali, vantaggio Biden

di Sruthi Shankar
·2 minuto per la lettura
La Borsa di Francoforte vuota durante la pandemia di Covid-19
La Borsa di Francoforte vuota durante la pandemia di Covid-19

di Sruthi Shankar

(Reuters) - Le borse europee toccano i massimi da due settimane, sostenute da una serie di trimestrali positive, nuove misure di stimolo nel Regno Unito e da un'impennata nei futures di Wall Street, con Biden in vantaggio nella corsa presidenziale Usa.

L'indice paneuropeo STOXX 600 avanza dello 0,8%, toccando i massimi dal 20 ottobre e segnando la quinta seduta positiva consecutiva, con il settore tech nuovamente sugli scudi.

Dialog Semiconductor balza del 7,2% dopo aver riportato ricavi vicini ai margini più alti del range delle stime per il terzo trimestre.

Societe Generale, terza banca francese quotata, è tornata in utile nel terzo trimestre, grazie alle attività di trading azionario in costante ripresa dopo il debole inizio visto quest'anno. Il titolo avanza del 3,5%.

I futures Usa balzano dell'1%, con Biden che mantiene un leggero vantaggio in Nevada e Arizona, mentre il presidente Repubblicano Donald Trump cerca di conquistare gli importanti stati di Georgia e Pennsylvania.

Il settore tech si prepara a una buona performance, poiché la possibilità di un Congresso diviso ha reso gli investitori ottimisti, ipotizzando che sarà difficile approvare norme e tasse più severe per il settore corporate statunitense.

Il comparto difensivo delle utility sale dell'1,5%, ma i bancari cedono lo 0,3%, subendo pressione a causa della banca olandese Ing Groep, in calo del 6,7% dopo aver riportato un utile ante imposte inferiore alle aspettative.

La tedesca Commerzbank cede il 6,4% dopo una perdita trimestrale, mentre continua la riorganizzazione interna e si fanno i conti con l'impatto dell'epidemia da coronavirus.

L'emittente televisivo di Monaco di Baviera Prosiebensat.1 Media balza del 9,7% dopo aver riconfermato l'outlook annuale e dopo essere tornata in utile nel terzo trimestre.

L'indice britannico FTSE avanza dello 0,5%, con la sterlina in rialzo dopo che la Bank of England aumentato di 150 miliardi di sterline la disponibilità per l'acquisto di asset.