Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.908,99
    +647,09 (+2,07%)
     
  • Nasdaq

    11.517,25
    +162,63 (+1,43%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • EUR/USD

    1,0684
    +0,0122 (+1,15%)
     
  • BTC-EUR

    28.458,36
    +284,61 (+1,01%)
     
  • CMC Crypto 200

    681,97
    +7,10 (+1,05%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • S&P 500

    3.970,29
    +68,93 (+1,77%)
     

Borse Europa ai minimi di un mese su timori rallentamento crescita Cina

·1 minuto per la lettura
Palais Brogniard, ex sede della Borsa di Parigi

(Reuters) - I principali indici azionari europei sono in calo di oltre l'1%, con i timori per il rallentamento economico in Cina e i rapidi aumenti dei tassi di interesse Usa che hanno oscurato il sollievo per la vittoria elettorale del presidente francese Emmanuel Macron nel fine settimana.

L'indice paneuropeo STOXX 600 scende dell'1,9% ai minimi di metà marzo, con il FTSE 100 del Regno Unito che perde il 2,1% e il DAX tedesco in calo dell'1,5%.

I settori esposti alla Cina, come il comparto minerario, il petrolio e il gas e i titoli del lusso, registrano tra i maggiori cali in Europa, mentre crescono i timori che Pechino sia sul punto di seguire Shanghai e imporre un lockdown.

Un indicatore della volatilità del mercato azionario della zona euro ha superato i 30 punti per la prima volta in quasi due settimane.

Philips crolla del 10,8% ai minimi dal 2016, dopo aver riportato un calo degli utili del primo trimestre a causa di una carenza globale di componenti e un massiccio richiamo di ventilatori.

Il gruppo francese dei videogiochi, UBISOFT, sale del 5% dopo aver reso noto di aver attirato offerte di interesse preliminari di fondi di acquisizione.

(Tradotto da Michela Piersimoni, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli