Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 6 hours 10 minutes
  • FTSE MIB

    33.790,78
    -680,87 (-1,98%)
     
  • Dow Jones

    39.853,87
    -504,23 (-1,25%)
     
  • Nasdaq

    17.342,41
    -654,99 (-3,64%)
     
  • Nikkei 225

    37.869,51
    -1.285,34 (-3,28%)
     
  • Petrolio

    76,61
    -0,98 (-1,26%)
     
  • Bitcoin EUR

    59.317,87
    -1.857,97 (-3,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.311,12
    -27,06 (-2,02%)
     
  • Oro

    2.372,60
    -43,10 (-1,78%)
     
  • EUR/USD

    1,0851
    +0,0007 (+0,07%)
     
  • S&P 500

    5.427,13
    -128,61 (-2,31%)
     
  • HANG SENG

    17.004,97
    -306,08 (-1,77%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.797,53
    -64,34 (-1,32%)
     
  • EUR/GBP

    0,8419
    +0,0021 (+0,25%)
     
  • EUR/CHF

    0,9552
    -0,0040 (-0,41%)
     
  • EUR/CAD

    1,5005
    +0,0045 (+0,30%)
     

Borse Europa in calo, focus su banche centrali, giù Lonza dopo uscita Ceo

La Borsa tedesca a Francoforte.

(Reuters) - Le borse europee frenano dopo i forti guadagni della scorsa settimana, mentre gli investitori si preparano a una settimana ricca di riunioni delle banche centrali, con le decisioni sui tassi di interesse attese in Norvegia, Svezia, Svizzera, Regno Uniti e Stati Uniti.

Alle 10,30 lo STOXX 600 perde lo 0,54% con i titoli healthcare e tecnologici, sensibili ai tassi, a pesare sull'indice.

Le banche centrali globali saranno al centro della scena questa settimana dopo che la Banca centrale europea ha dato segnali di una fine dei rialzi dei tassi la scorsa settimana. Bank of England probabilmente approverà il quindicesimo rialzo questa settimana, mentre la Federal Reserve sembra indirizzata verso una pausa.

"Se BoE deciderà un rialzo, ci attendiamo che sia simile a quello della Bce, con commenti successivi che indicheranno che probabilmente hanno finito con i rialzi", commenta in una nota Mohit Kumar, capo economista europeo di Jefferies.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Nordic Semiconductor perde il 12,72% dopo aver tagliato la guidance sui ricavi per il terzo trimestre. Peer Fingerprint Cards cede il 6,93%.

Societe Generale lascia sul terreno il 7,18% dopo aver detto di attendersi una crescita minima se non nulla dei ricavi annuali nei prossimi anni.

Lonza scende del 7,44% sui timori per le prospettive di utile a medio termine dopo la notizia che l'AD Pierre-Alain Ruffieux lascerà l'azienda svizzera di comune accordo a fine mese.

Il gruppo pubblicitario S4 Capital crolla del 26,59% dopo aver tagliato le previsioni annuali per la seconda volta in altrettanti mesi, dicendo che i timori di recessione stanno rendendo i clienti cauti.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Sabina Suzzi)