Italia markets open in 2 hours 25 minutes
  • Dow Jones

    34.152,01
    +239,61 (+0,71%)
     
  • Nasdaq

    13.102,55
    -25,55 (-0,19%)
     
  • Nikkei 225

    29.165,87
    +296,96 (+1,03%)
     
  • EUR/USD

    1,0178
    +0,0007 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    23.605,90
    -176,96 (-0,74%)
     
  • CMC Crypto 200

    572,87
    +0,96 (+0,17%)
     
  • HANG SENG

    19.997,79
    +167,27 (+0,84%)
     
  • S&P 500

    4.305,20
    +8,06 (+0,19%)
     

Borse Europa in calo, sciopero in Norvegia alimenta timori crisi energetica

Diversi operai al campo petrolifero di Oseberg, nel Mar del Nord

(Reuters) - Apertura in ribasso per l'azionario europeo, con lo uno sciopero dei lavoratori norvegesi del settore dell'energia che ha esacerbato i timori per uno shock energetico in Europa sommandosi ai timori legati alla crescita dell'inflazione.

Alle 10,45 lo Stoxx 600 perde lo 0,43%, invertendo i guadagni iniziali, che erano stati propiziati da dati economici positivi in arrivo dall'Asia e dalla notizia che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden sta valutando la possibilità di revocare alcune tariffe sulle importazioni cinesi.

Nella giornata di oggi i lavoratori delle piattaforme offshore norvegesi hanno dato il via ad uno sciopero chiedendo aumenti salariali che compensino la crescita dell'inflazione. Questo potrebbe portare ad una riduzione della produzione di petrolio e di gas in un momento in cui le forniture di gas all'Europa sono limitate a causa della riduzione delle esportazioni della Russia.

Ieri, il vicepresidente della Bce Luis de Guindos ha detto che l'economia della zona euro potrebbe trovarsi ad affrontare una recessione se la Russia dovesse interrompere le forniture di gas e l'industria dovesse convivere con una carenza di energia.

I dati hanno mostrato un ulteriore rallentamento della crescita dell'attività economica nella zona euro il mese scorso, con gli indicatori che suggeriscono che la regione potrebbe subire un calo questo trimestre, con la crisi del costo della vita che mantiene cauti i consumatori.

Tra i singoli titoli, Remy Cointreau guadagna il 4% dopo che Jefferies ha portato il titolo del gruppo francese di alcolici a "buy" da "hold", citando il suo posizionamento per far fronte alle pressioni inflazionistiche che affliggono i beni di prima necessità.

Sas perde il 12,64% dopo aver avviato il processo di bancarotta negli Stati Uniti per accelerare i piani di ristrutturazione, avvertendo che lo sciopero dei piloti ha avuto un impatto sulla sua posizione finanziaria e sulla liquidità.

ProSiebenSat.1 perde l'8,66% dopo che Goldman Sachs ha declassato il titolo dell'emittente tedesca a "buy" da "neutral".

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli