Italia markets open in 1 hour 35 minutes
  • Dow Jones

    34.086,04
    +368,95 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    11.584,55
    +190,74 (+1,67%)
     
  • Nikkei 225

    27.346,88
    +19,77 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0879
    +0,0013 (+0,12%)
     
  • BTC-EUR

    21.235,06
    +100,44 (+0,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    524,33
    +5,54 (+1,07%)
     
  • HANG SENG

    22.002,11
    +159,78 (+0,73%)
     
  • S&P 500

    4.076,60
    +58,83 (+1,46%)
     

Borse Europa in calo su timori recessione e trimestrali deboli

Panoramica della Borsa di Francoforte

(Reuters) - Le borse europee sono in ribasso dopo dati economici statunitensi poco brillanti e commenti 'hawkish' dei banchieri centrali che hanno riacceso i timori di un rallentamento dell'economia globale, mentre le trimestrali deludenti di alcune società hanno contribuito a raffreddare l'interesse degli investitori.

Alle 11,00 l'indice paneuropeo STOXX 600 perde lo 0,85%, indirizzato a interrompere una serie vincente di sei sedute.

Gli industriali e i titoli del lusso come LVMH e RICHEMONT pesano sui listini in una giornata all'insegna di ribassi diffusi.

Wall Street ha chiuso in negativo sulla scia dei dati che hanno evidenziato una flessione della produzione manifatturiera negli Stati Uniti il mese scorso e il peggiore calo in un anno delle vendite al dettaglio, con i commenti 'hawkish' di banchieri della Federal Reserve che hanno ulteriormente pesato sui mercati.

Il governatore della banca centrale olandese Klaas Knot si è aggiunto al coro, affermando che i mercati potrebbero star sottovalutando i futuri rialzi dei tassi della Banca centrale europea e che gli investitori dovrebbero prendere più seriamente le previsioni di Francoforte di nuovi aumenti in multipli di 50 punti base.

Se un rialzo di 50 punti base a febbraio da parte della Bce è pienamente prezzato, i mercati oscillano tra 25 e 50 punti base per marzo sulle speranze di un'azione meno aggressiva da parte della Fed.

Gli investitori attendono ora i verbali della riunione della Bce del mese scorso, previsti in giornata.

L'attenzione del mercato è rivolta anche ai risultati societari negli Stati Uniti e in Europa. Secondo i dati di Refinitiv Ibes, gli utili del quarto trimestre in Europa dovrebbero aumentare del 10,7% rispetto all'anno precedente.

Tra i titoli, il retailer di moda online britannico BOOHOO perde il 7,12% dopo aver registrato un calo del 7% dei ricavi nel periodo chiave delle vendite natalizie a causa di problemi con le consegne e dati di confronto difficili.

Crolla DR MARTENS, in ribasso del 25,43% dopo un warning su utili e ricavi annui a causa di problemi operativi.

RENAULT perde l'1,78% dopo che Hsbc ha tagliato il rating del titolo a 'hold' da 'buy'.

In controtendenza, ZUR ROSE balza del 9,15% dopo che il retailer svizzero di farmaci online ha detto di aspettarsi una perdita 'core' per l'intero anno inferiore alle precedenti previsioni.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Sabina Suzzi)