Italia markets open in 1 hour 16 minutes

Borse Europa chiudono sopra minimi seduta brividi, Milano -2,6%

Bos

Milano, 27 feb. (askanews) - Seduta da brividi per le principali Borse europee con chiusure tutte in deciso calo, per quanto sopra i minimi intraday. Ad accentuare gli andamenti già pesante è stato l'avvio da paura di Wall Street, arrivata a sfiorare il -3% per poi recuperare in parte prima della chiusura dei listini europei, che hanno a loro volta ridimensionato ribassi giunti a toccare anche il 4%. A dominare la scena rimane la paura per la diffusione del coronavirus a livello mondiale e il suo impatto sull'economia, dopo che le parole di ieri del presidente Usa Donald Trump non sono bastate a rassicurare i mercati.

A Milano l'indice Ftse Mib ha alla fine lasciato sul terreno il 2,66% a 22.799,37 punti, mentre l'All Share ha perso il 2,67% a 24.767,22 punti. Londra ha segnato -3,37%, Parigi -3,32%, Francoforte -3,16%.

Per quanto riguarda l'Italia, all'allarmismo sul coronavirus si sono sommati oggi gli interrogativi sulla tenuta del quadro politico, con un diretto impatto sulle vendite di Titoli di Stato italiani. Lo Spread tra i rendimenti di Btp e Bund decennali si è così nuovamente allargato, posizionandosi in area 162-163 punti base.

Tutti in acceso rosso, a Milano, i titoli del listino delle blue chip, con la sola Cnh Industrial in controtendenza (+0,89%). I cali più pesanti sono stati registrati da StM (-6,86%), Juventus (-6,08%), Azimut (-5,2%), Amplifon (-5%), Nexi (-4,87%), Prysmian (-4,4%), UniCredit (-4,38%).