Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.011,76
    +51,76 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    13.658,29
    +22,29 (+0,16%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,18
    -276,11 (-0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,2165
    +0,0021 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    26.550,23
    +163,24 (+0,62%)
     
  • CMC Crypto 200

    651,05
    +3,72 (+0,57%)
     
  • HANG SENG

    29.391,26
    -767,75 (-2,55%)
     
  • S&P 500

    3.859,55
    +4,19 (+0,11%)
     

Borse Europa, inizio 2021 in rally su ottimismo per Brexit, vaccini

di Amal S
·2 minuto per la lettura
Una fiala con il vaccino contro Covid-19 sviluppato da Oxford University/AstraZeneca all'Ospedale Princess Royal a Haywards Heath, nel Regno Unito

di Amal S

(Reuters) - Le borse europee iniziano la prima sessione dell'anno in rally, con aspettative di una forte ripresa economica sostenute da uno storico accordo commerciale su Brexit e dalle campagne di vaccinazione contro il coronavirus in tutto il continente.

L'indice paneuropeo STOXX 600 guadagna l'1,1% toccando nuovi massimi da febbraio 2020, con settori economicamente sensibili come quello minerario e dei viaggi e tempo libero in rialzo oltre il 3%.

I titoli del maggiore gruppo turistico del mondo TUI avanza dell'8,3% dopo che l'amministratore delegato del gruppo ha detto al giornale svizzero Blick di prevedere "un'estate praticamente normale" quest'anno.

L'indice DAX strappa lo 0,6% dopo un lungo weekend festivo, toccando nuovi massimi storici, mentre l'indice francese CAC 40 ha aggiunto 1,2%.

Il Regno Unito ha iniziato oggi a vaccinare contro il Covid-19 la propria popolazione con il vaccino sviluppato dall'Università di Oxford e da AstraZeneca.

"I vaccini, nel corso dell'ultima metà del 2020, sono diventati costantemente il fattore più importante in termini di sentiment. Quindi l'avvio delle vaccinazioni ora rinforza l'ottimismo per il nuovo anno" ha detto Connor Campbell, analista finanziario di SpreadEx.

In aggiunta al sentiment positivo, l'indice Pmi manifatturiero tedesco ha mostrato una maggiore attività negli stabilimenti a dicembre, nonostante un severo lockdown per contrastare un picco di morti causate dal coronavirus.

L'indice blue-chip londinese guadagna il 2,2% nella prima sessione con il Regno Unito fuori dall'orbita dell'Unione europea.

"È stato annunciato in un periodo difficile... magari oggi è la prima sessione a pieno regime per gli investitori per reagire pienamente all'accordo commerciale post-Brexit", ha detto Campbell.

Il settore bancario britannico vede Lloyds Banking Group, Barclays e NatWest cedere tra lo 0,7% e il 3%, mentre il settore bancario europeo perde lo 0,2%.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Maria Pia Quaglia)