Italia Markets close in 5 hrs 45 mins

Borse Europa invertono rotta in negativo, nervosismo su confronto dazi, crolla Lse

Insegna posta all'ingresso della Borsa di Londra.

(Reuters) - Le borse europee ritracciano in tarda mattinata i guadagni iniziali, mentre cresce il nervosismo sulla ripresa dei negoziati commerciali sino-statunitensi di alto livello, mentre il titolo London Stock Exchange si avvia alla peggior performance dal 2016, dopo che la borsa di Hong Kong ha ritirato l'offerta di acquisto.

Intorno alle 11,30 tutti tranne uno dei principali sottosettori europei sono in ribasso.

Il settore tech è in rialzo di circa lo 0,2%, sostenuto da Nokia Oyj ed Ericsson dopo indiscrezioni secondo cui Washington sarebbe disposta a offrire finanziamenti per aiutare le due società a competere con la cinese Huawei.

"Non si può evincere molto da flussi e deflussi di mercato in entrambe le direzioni", ha affermato David Madden, analista di mercato di Cmc Markets. "Alcuni trader rimarranno con le mani in mano fino a quando non avremo notizie sulla situazione tra Stati Uniti e Cina."

I risultati negativi hanno smorzato l'ottimismo alimentato dalle concessioni tariffarie di entrambe le parti del ​​mese scorso, tenendo gli investitori sulle spine in attesa dei colloqui commerciali di questa settimana.

L'indice pan-europeo Stoxx 600 cede lo 0,33%, con il Dax tedesco, sensibile al commercio, tra i peggiori.

London Stock Exchange Group cede il 6% ai minimi da un mese: la Borsa di Hong Kong ha ritirato la propria offerta d'acquisto da 39 miliardi di dollari.

Qiagen crolla del 21,9%, tra le peggiori a Francoforte, dopo le dimissioni del Ceo e il 'profit warning' sul terzo trimestre.

Bene Airbus, che recupera l'1,13% dopo il dato positivo sugli ordini dei primi nove mesi.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia