Italia markets open in 5 hours 29 minutes
  • Dow Jones

    34.021,45
    +433,79 (+1,29%)
     
  • Nasdaq

    13.124,99
    +93,31 (+0,72%)
     
  • Nikkei 225

    27.842,58
    +394,57 (+1,44%)
     
  • EUR/USD

    1,2085
    0,0000 (-0,00%)
     
  • BTC-EUR

    41.537,15
    -360,64 (-0,86%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.373,55
    -14,36 (-1,03%)
     
  • HANG SENG

    27.718,67
    0,00 (0,00%)
     
  • S&P 500

    4.112,50
    +49,46 (+1,22%)
     

Borse Europa in lieve calo, cautela su Fed bilancia buoni risultati banche

·1 minuto per la lettura
La borsa di Parigi

(Reuters) - Le borse europee annullano i rialzi iniziali mentre cresce la cautela in vista della decisione di politica monetaria della Federal Reserve, anche se i forti risultati di Deutsche Bank e Lloyds Banking Group alimentano l'ottimismo sulle trimestrali.

L'indice paneuropeo STOXX 600 cede lo 0,1%, con il settore dei viaggi e del tempo libero in calo dai massimi storici e il comparto minerario in ribasso dopo il recente rally.

I bancari avanzano dello 0,6% e gli assicurativi guadagnano lo 0,5%.

Deutsche bank balza del 7%, tra i migliori dello STOXX 600, dopo aver annunciato un utile netto del primo trimestre superiore alle attese grazie alla forza dell'investment banking.

In testa all'indice londinese FTSE 100, Lloyds Banking Group guadagna il 4,1% sulla scia di utili oltre le aspettative.

La banca svedese Seb e la spagnola Santander perdono leggermente terreno dopo i risultati trimestrali.

Gli investitori preferiscono non fare grandi scommesse in attesa dell'annuncio della banca centrale statunitense alle 20,00 italiane. La Fed dovrebbe confermare l'orientamento a mantenere una politica monetaria accomodante finché non ci saranno sufficienti progressi economici.

Wpp, il gruppo pubblicitario più grande al mondo, avanza del 3,3% dopo aver annunciato il ritorno alla crescita delle vendite nette nel primo trimestre grazie al lancio di nuovi prodotti e marchi da parte dei clienti della società.

Balza del 7,4% Delivery hero, che ha previsto ricavi più che raddoppiati nel 2021.

Reckitt Benckiser Group cede l'1,5%, pur avendo confermato l'outlook annuale.

La catena di supermercati britannica Sainsbury's perde il 2,5% dopo aver registrato un calo del 39% dell'utile annuo.