Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.586,88
    -58,92 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    32.803,47
    +76,67 (+0,23%)
     
  • Nasdaq

    12.657,55
    -63,04 (-0,50%)
     
  • Nikkei 225

    28.175,87
    +243,67 (+0,87%)
     
  • Petrolio

    88,53
    -0,48 (-0,54%)
     
  • BTC-EUR

    22.913,59
    -29,32 (-0,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    533,20
    -2,02 (-0,38%)
     
  • Oro

    1.792,40
    +1,20 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0180
    -0,0070 (-0,68%)
     
  • S&P 500

    4.145,19
    -6,75 (-0,16%)
     
  • HANG SENG

    20.201,94
    +27,94 (+0,14%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.725,39
    -29,21 (-0,78%)
     
  • EUR/GBP

    0,8430
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9786
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • EUR/CAD

    1,3159
    -0,0022 (-0,17%)
     

Borse Europa poco mosse, calo Ubs e settore retail oscura rialzo Unilever

Panoramica della borsa di Francoforte

(Reuters) - Mattinata poco mossa per le piazze europee, alle prese con la flessione del settore retail e di risultati deludenti di Ubs che fanno da contrappeso al rally dei titoli petroliferi e di Unilever, che beneficia di previsioni di vendite sopra le attese.

I titoli del commercio al dettaglio perdono il 2,55%, registrando il calo maggiore da sei settimane a questa parte, colpiti da un profit warning da parte del principale rivenditore al dettaglio statunitense WALMART, che ha chiamato in causa l'aumento dei prezzi dei generi alimentari e del carburante.

La banca svizzera UBS perde il 5,48% dopo aver registrato un aumento dell'utile netto trimestrale inferiore alle attese, a causa delle difficoltà delle attività di investment banking e di gestione patrimoniale.

Alle 11,28 l'indice paneuropeo STOXX 600 è in rialzo di 0,13%.

I paesi dell'Unione europea dovrebbero approvare oggi una proposta di emergenza per contenere la domanda di gas, benché ridimensionata rispetto alle ambizioni iniziali, dopo che la Russia ha annunciato ieri che taglierà ulteriormente le forniture di gas all'Europa a partire da domani.

Credit Suisse ha tagliato le previsioni sul Pil della zona euro al 2,3% dal 2,4% per il 2022, prevedendo le contrazioni più forti in Germania e in Italia.

Gli investitori si sono anche preparati a un probabile rialzo dei tassi di interesse di 75 punti base da parte della Federal Reserve domani.

Il FTSE 100 di Londra va meglio delle altre borse e sale dello 0,6%, grazie al rialzo dei prezzi delle materie prime, con il petrolio in crescita per la seconda seduta consecutiva. La spinta maggiore arriva da UNILEVER, in rialzo del 2,36% grazie a dati di vendita e a stime superiori alle attese.

Il produttore svizzero di cioccolato Lindt & Spruengli è in rialzo del 4,34% dopo aver rivisto al rialzo le previsioni di vendita e aver annunciato un programma di riacquisto di azioni per 1 miliardo di franchi svizzeri (1,04 miliardi di dollari).

(Tradotto da Romolo Tosiani, editing Claudia Cristoferi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli