Italia markets close in 5 hours 46 minutes
  • FTSE MIB

    26.972,53
    -165,45 (-0,61%)
     
  • Dow Jones

    35.719,43
    +492,40 (+1,40%)
     
  • Nasdaq

    15.686,92
    +461,76 (+3,03%)
     
  • Nikkei 225

    28.860,62
    +405,02 (+1,42%)
     
  • Petrolio

    72,19
    +0,14 (+0,19%)
     
  • BTC-EUR

    43.883,69
    -1.875,13 (-4,10%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.290,99
    -30,29 (-2,29%)
     
  • Oro

    1.791,80
    +7,10 (+0,40%)
     
  • EUR/USD

    1,1302
    +0,0029 (+0,26%)
     
  • S&P 500

    4.686,75
    +95,08 (+2,07%)
     
  • HANG SENG

    23.996,87
    +13,21 (+0,06%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.257,05
    -19,15 (-0,45%)
     
  • EUR/GBP

    0,8554
    +0,0046 (+0,54%)
     
  • EUR/CHF

    1,0430
    +0,0012 (+0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4281
    +0,0034 (+0,24%)
     

Borse Europa poco mosse ma verso sesta settimana in rialzo, brillano titoli lusso

·1 minuto per la lettura
Panoramica della borsa di Francoforte, in Germania

(Reuters) - L'azionario europeo è poco mosso, ma impostato per segnare la sesta settimana consecutiva in positivo, con i titoli del lusso in forte rialzo sulla scia dei buoni risultati della proprietaria di Cartier, Richemont.

Alle 11,00 l'indice paneuropeo STOXX 600 è piatto, dopo aver toccato un nuovo massimo storico in apertura.

Richemont guadagna l'8,85% dopo aver battuto le stime degli utili per la prima metà del suo anno fiscale e aver annunciato di essere in cerca di investitori per il suo business in perdita Yoox, mossa vista come volta a tranquillizzare gli investitori.

Il settore del lusso ha ricevuto una spinta anche dalla francese LVMH, che avanza di 0,98% sulla notizia che Louis Vuitton sta pianificando l'apertura di un duty-free shop in Cina.

L'indice blue-chip francese tocca i massimi storici, con RENAULT in rialzo di 3,8% dopo un upgrade del titolo da parte di Morgan Stanley.

Lo STOXX 600 ha raggiunto nuove vette a novembre, grazie ai messaggi "dovish" delle banche centrali, a una stagione delle trimestrali positiva e ai segnali di ripresa economica post-pandemia.

Tuttavia, i banchieri centrali Bce hanno ammesso che l'inflazione della zona euro potrebbe calare più lentamente di quanto ci si attendesse in precedenza, in parte a causa dei colli di bottiglia delle catene di approvvigionamenti, che si sono rivelate più resistenti del previsto.

Inoltre, l'Europa è tornata a essere l'epicentro della pandemia, con Germania, Francia e Olanda che stanno sperimentando un nuovo picco di contagi, che sta portando alcuni governi a considerare la possibilità di reintrodurre dei lockdown.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli